QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

63° Film Festival: oggi ospiti Erri de Luca, Mauro Corona e Simon Yates. Girati in Trentino due cortometraggi

lunedì, 4 maggio 2015

Trento - Erri de Luca, Mauro Corona e Simon Yates al 63° Trento Film FestivalGirati in Trentino due cortometraggi: “Yema e Neka” e “Il sogno di Campochiaro”.

Oggi saranno Erri De Luca, Mauro Corona e Simon Yates tra gli ospiti della quinta giornata del 63eMauro Coronasimo Trento Film Festival, che si alterneranno nelle varie location della città.

Erri de Luca e Mauro Corona (nella foto a lato) presenteranno alle 18.30, presso il Supercinema Vittoria, Alberi che camminano di Mattia Colombo (anche il regista sarà presente alla proiezione): il documentario (in cui De Luca è voce narrante) racconta del rapporto simbiotico tra alberi e uomini dalle vette trentine alle coste pugliesi. Simon Yates, uno degli scalatori più conosciuti al mondo, racconterà le esperienze di un’intera vita dedicata alla montagna presso l’auditorium di Santa Chiara alle 21 durante l’incontro My mountain life. Mattia Fabris e Jacopo Bicocchi metteranno in scena le vicende estreme di Yates e del suo compagno Joe Simpson nella location sotterranea del Sas alle 23.00, con lo spettacolo teatrale “(S)legati” (spazio archeologico in piazza Cesare Battisti).

LE 22 PROIEZIONIAlberi che camminano 1
Il programma cinema della quinta giornata presenta 22 proiezioni. Da segnalare per la sezione “Terre alte”, al cinema Modena (ore 21.15), la prima italiana di “With real star above my head”, toccante opera del regista Alfredo Covelli che racconta il suo intimo e solitario viaggio tra le vette Himalayane, iniziato dopo aver appreso di essere affetto da una patologia neurologica che lo porterà alla paralisi di una gamba.

Il film sarà preceduto dal cortometraggio “Prisioneros del Kanun” nel quale viene mostrata la vita di una famiglia albanese che vive subendo le spietate leggi del Kanun, un codice medievale ancora in vigore. In concorso sarà proiettato “Alaska”, la storia di Rudolf, che ha deciso di trascorrere gran parte dell’anno nei territori incontaminati nordamericani, circondato solo dalla natura e dagli orsi, secondo un rapporto di rispetto reciproco (Cinema Modena, ore 17).

Nella stessa sezione, “Damnation” documenta con immagini spettacolari la distruzione di vecchie dighe statunitensi, in seguito alle battaglie di alcuni attivisti americani che ne chiedono la rimozione per riportare i fiumi al loro corso naturale (Cinema Modena, ore 19).

Tra le altre proiezioni, in sala l’anteprima del film della giovane promessa del cinema turco Huseyin Karabey, “Come to my voice”. La discriminazione etnica perpetuata dai turchi verso i curdi nella storia della piccola Jiyan, che assieme alla nonna inizierà un avventuroso viaggio alla ricerca di un’arma, da scambiare con la libertà di suo padre (Supercinema Vittoria, ore 21).

Nella sezione “Orizzonti vicini” saranno presentati Yema e Neka di Matteo Valsecchi sulla storia di una famiglia in un paesino di montagna del Trentino, ripopolato da nove ragazzi etiopi, tutti adottati dalla stessa coppia (cinema Modena, ore 17.15) e Il sogno breve di Campochiaro di Renzo Maria Grosselli e Agrippino Russo sulle vicende di un gruppo di boscaioli trentini inviati dal regime fascista a Rodi per realizzare una vetrina dell’impero italiano.

Alle 12, presso lo spazio Incontri in piazza Fiera, si terrà il consueto “Incontri con i registi” moderati da Sergio Fant (a ingresso libero). Domani, lunedì 4 maggio, saranno presenti Mattia Colombo, regista di Alberi che camminano (Nella foto sopra- Concorso); Alfredo Covelli, regista di With real stars above my head (Terre alte); Renzo Maria Grosselli e Agrippino Russo, registi di Il sogno breve di Campochiaro (Orizzonti vicini).

INCONTRI, LIBRI, EVENTI SPECIALI
Tra gli eventi del festival, oltre al programma cinema, la quinta giornata propone alle ore 10 “Carnival King of Europe e le minoranze europee” a cura del Museo degli usi e costumi della gente trentina (sala conferenze della Fondazione cassa di risparmio di Trento e Rovereto). Alle ore 16.00 si terrà la tavola rotonda “Nuovi modelli di distribuzione audiovisiva in ambito euroregionale ed europeo” con i distributori Manuela Buono e Dietmar Zingl sul mondo della distribuzione e del marketing nell’ambito dell’audiovisivo.

Una serie di incontri saranno dedicati al convegno dal titolo “Il mestiere dell’accoglienza nei rifugi di montagna e nel bene naturale dolomiti Unesco” (dalle ore 11 presso sede C.c.i.a.a. e Palazzo Roccabruna). Nell’ambito del festival si terrà alle 16.30 l’evento “Camminare insieme della luce. Cento anni della nostra storia” dedicato ai cento anni dell’associazione alpinistica di identità cattolica. Alle 17.00 (palazzo Lodron) l’incontro “Architetture d’alta quota. Alla scoperta del bivacco” a cura della Fondazione Architettura Belluno Colomiti e Sezione Cadonina del Cai di Auronzo (Belluno).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136