QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

10° Tour de Ski in Val di Fiemme: in 25mila per vedere il successo del titolo di Sundby, Final Climb a Heikkinen. Risultati e ordine d’arrivo

domenica, 10 gennaio 2016

Val di Fiemme – “Il grande segreto del potere è non voler mai fare di più di quanto tu possa realizzare”, disse il drammaturgo norvegese Henrik Ibsen. Ma al 10° Tour de Ski Martin Johnsrud Sundby è riuscito ad oltrepassare anche questo limite, andando a conquistare per la terza volta consecutiva l’evento che disputa il proprio finale sulle nevi trentine della Val di Fiemme. Secondo posto per l’ottimo Finn Hågen Krogh, terzo il russo Sergey Ustiugov. La classifica finale la dice lunga sullo strapotere norvegese nella disciplina, agli avversari restano solamente le briciole. Alla partenza Martin Johnsrud Sundby non si risparmia, alimentando il proprio vantaggio sui diretti inseguitori. Il gruppetto con Sergey Ustiugov, Petter Northug ed Alexey Poltoranin marcia strenuamente, più staccato l’altro terzetto formato da Niklas Dyrhaug, Francesco De Fabiani ed Emil Iversen.Defabiani

La lotta per il podio è serrata, tanti atleti ammucchiati in una manciata di punti, tra i papabili contendenti favoriti gli ‘scalatori’ più abili, come Finn Hågen Krogh, Alexey Poltoranin e Didrik Tønseth.

La temuta Final Climb ha ancora una volta impegnato gli atleti, regalato emozioni agli stimati 25.000 spettatori assiepati lungo le transenne fiemmesi, e a tutti coloro che si gustavano l’evento in tv.

Francesco De Fabiani prosegue stoicamente alla ricerca di un piazzamento importante, ma la stanchezza inizia a farsi sentire anche per il valdostano. Al sesto chilometro Martin Johnsrud Sundby riesce a mantenere praticamente immutato il distacco della partenza, amministrando il consistente vantaggio.

Sundby

Didrik Tønseth perde contatto con i gruppi inseguitori e con esso la possibilità di finire a podio, mentre Petter Northug battaglia con la consueta personale difficoltà nell’affrontare la salita del Cermis. Il norvegese in maniche corte si leva gli occhiali e tenta di recuperare rabbiosamente lo svantaggio.

Per quanto riguarda il ‘Climb Time’, il miglior tempo di giornata è andato al finlandese Matti Heikkinen, che conclude davanti al francese Robin Duvillard e al norvegese Finn Hågen Krogh.
Braccia al cielo per Martin Johnsrud Sundby, più attardati arrivano in solitaria Finn Hågen Krogh e Sergey Ustiugov. Serrata la sfida per il quarto posto, con Northug che… da abile giocatore di poker piazza l’attacco decisivo al momento giusto finendo davanti al kazako Poltoranin.

Per De Fabiani alla fine c’è il 9° posto, poi fra gli altri azzurri da segnalare il 27° posto di Giandomenico Salvadori, mentre Mattia Pellegrin è 45° e Roland Clara 46°.
Al termine della gara festa scoppiettante con fuochi d’artificio, musica e fiamme pirotecniche, all’insegna delle celebrazioni per il decimo anniversario, la firma sull’ennesimo successo sportivo targato Val di Fiemme.

Classifica Maschile Tour de Ski

1 SUNDBY Martin Johnsrud NOR 30:47.0; 2 KROGH Finn Haagen NOR 34:02.7; 3 USTIUGOV Sergey RUS 34:30.8; 4 NORTHUG Petter Jr. NOR 35:22.6; 5 POLTORANIN Alexey KAZ 35:25.3; 6 ROETHE Sjur NOR 35:45.1; 7 TOENSETH Didrik NOR 36:31.4; 8 DYRHAUG Niklas NOR 36:38.8; 9 DE FABIANI Francesco ITA 37:13.2; 10 IVERSEN Emil NOR 37:20.4 27 SALVADORI Giandomenico ITA 42:37.0; 45 PELLEGRIN Mattia ITA 50:26.0; 46 CLARA Roland ITA 51:39.9


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136