QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Vione, inaugurata la nuova Via Crucis che porta alla chiesa del Redentore

sabato, 19 aprile 2014

Vione (Al. Pan.) – Inaugurata ieri sera, alla presenza del parroco don Ermanno Magnolini, del sindaco Mauro Testini, dei rappresentanti delle diverse associazioni di Vione e delle frazioni  Canè e Stadolina, la nuova Via Crucis, che sale fino alla chiesetta del Redentore. Le stazioni sono dedicate alle associazioni del paese camuno, alla parrocchia e all’Amministrazione comunale, che hanno contribuito alla realizzazione delle santelle.

Il sindaco Mauro Testini (nella foto accanto al parroco e al rappresentante del gruppo protezione Civile), in apertura della celebrazione, ha sottolineato i tre motivi che hanno spinto l’Amministrazione a sostenere questa iniziativa. “In primo luogo – haVione via Crucis 1 detto Mauro Testini – abbiamo pensato a valorizzare una zona del paese, quindi abbiamo recuperato una zona conosciuta durante la Grande Guerra e infine sono state coinvolte tutte le associazioni che hanno partecipato alla realizzazione della Via Crucis”.

La prima stazione è dedicata all’Amministrazione comunale e da lì è iniziata la Via Crucis, con la grande Croce in legno portata dai volontari.  Ad ogni stazione un rappresentante dell’associazione a cui è intitolata la santella della Via Crucis ha letto la preghiera, poi il messaggio del parroco.  Oltre al Comune e alle tre parrocchie di Vione, Canè e Stadolina, hanno contribuito alla realizzazione l’Unione Sportiva Tremonti, i gruppi di Protezione Civile, i Gruppi Alpini di Vione, Canè e Stadolina, l’associazione Vicinia di Cané e quella di Stadolina, l’Associazione Polagra e l’Associazione Sagra del Calsù e il gruppo Avis. Durante al salita alla chiesetta del  Redentore ci sono stati momenti di riflessione e al termine il parroco ha ringraziato tutti i fedeli per la partecipazione. Il recupero del sentiero che porta alla chiesetta e la nuova via Crucis (nella foto sotto una santella) sono un sogno che si realizza a Vione e che ieri sera è stato salutato da oltre cinquecento persone tra residenti e turisti. Con la bella stagione, sarà una delle attrattive per bFoto via Crucis 3revi passeggiate e un colpo d’occhio eccezionale sull’Alta Valle Camonica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136