QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Vince il concorso da vigile ma non viene assunta: il Comune di Pisogne dovrà risarcirla

sabato, 14 settembre 2013

Pisogne – Doveva essere il nuovo vigile urbano del Comune di Pisogne, avendo vinto il concorso, ma non è mai stata assunta. Un incarico importante, che prevedeva l’assunzione a tempo indeterminato: la donna ha deciso di far causa contro il Comune e ha ottenuto lo sborso da parte del Municipio di 12mila euro come risarcimento, arrivato al termine di una lunga vicenda giudiziaria.

polizia locale

Infatti, la donna aveva denunciato l’amministrazione che, ha sua volta, si era costituita in giudizio. Attraverso un verbale di conciliazione è stato stabilito che il Comune di Pisogne debba dare la somma alla donna, precludendo a qualsiasi altra rivendicazione del posto a tempo indeterminato.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136