QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Via Lucis 2016: grande partecipazione popolare a Bienno

domenica, 21 febbraio 2016

Bienno – Grande successo e partecipazione popolare alla Via Lucis che si è tenuta l’altra sera a Bienno (Brescia), con la processione religiosa in onore di Santa Geltrude Comensoli, compatrona del paese camuno. Il tema scelto quest’anno: “La misericordia di Dio”.

via Lucis Bienno 2016

Migliaia di lumini hanno delimitato le vie del centro storico creando uno spettacolare effetto scenografico: il corteo ha preso avvio da piazza Benvenuto Mendeni ed è proseguirà per via Fontana, via di Mezzo, Via Ripa, Piazza Roma, via Carotti, via Castello, via San Benedetto fino a raggiungere la chiesa parrocchiale.

SANTA GELTRUDE

Santa Geltrude è nata a Bienno il 18 gennaio 1847, in Val Camonica, allora sotto il Regno Lombardo-Veneto. Caterina Comensoli cresce in una famiglia con dieci fratelli e sorelle, della quale sopravvivono solo tre femmine: Bartolomea, Cristina e appunto Caterina.

Il padre Carlo è “fucinaro” presso l’industrie ferrose locali, la madre Anna Maria Milesi era invece sarta.
Riceve la prima Comunione precocemente a sei anni e nel 1867 entra nella Compagnia di Sant’Angela Merici.

Il 15 dicembre 1882 decide di fondare, con Francesco Spinelli, l’istituto delle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento (da cui ebbe origine anche quello delle Suore Sacramentine) e di prendere il nome di suor Geltrude.
Il 1º novembre 1894 apre una casa di suore a Castelnuovo Bocca d’Adda e negli stessi anni a Lavagna, in provincia di Lodi. Muore il 18 febbraio 1903. Il 1 ottobre 1989 è proclamata beata da Papa Giovanni Paolo II.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136