QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Vezza d’Oglio, l’assessore Cappellini all’apertura della festa Lo Pan Ner: “Passaggio di testimone delle tradizioni”

sabato, 14 ottobre 2017

Vezza d’Oglio – “Tra oggi e domani si svolge la seconda edizione della festa transfrontaliera ‘Lo Pan Ner – I pani delle Alpi’, un progetto identitario e transfrontaliero realizzato in collaborazione tra Lombardia (principalmente Valtellina e Valcamonica), Valle d’Aosta, Cantone dei Grigioni (Svizzera) e il territorio dell’Ossola in Piemonte”. cappellini assessore lombardiaL’ha detto l’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie di Regione Lombardia, Cristina Cappellini, arrivando a Vezza d’Oglio (Brescia) per l’apertura della festa.

COINVOLTI 7 COMUNI VALTELLINESI E 12 IN VALCAMONICA – La festa del Pane Nero coinvolge 7 comuni in Valtellina e 12 in Valcamonica per un totale di 20 forni e 14 mulini rimessi in funzione.

PASSAGGIO DI TESTIMONE – “Antichi mulini e forni – ha concluso l’assessore – vengono riattivati, come una volta, in questi due giorni, per preparare il pane della tradizione, coinvolgendo bambini e ragazzi, ecomusei e musei etnografici dei territori”. “Un passaggio di testimone delle tradizioni – ha aggiunto – tra vecchie e nuove generazioni che si rinnova nel rito, nella terra, nell’acqua, nel pane”.

SITO ‘MARAE’A’ – In piazza di Vezza, l’assessore assistera’, quindi, alla presentazione di ‘Marae’a’ (in dialetto camuno significa meraviglia), il sito che raccoglie video, storie e racconti sul patrimonio immateriale della Valle Camonica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136