QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Vandalismi sui treni: registrati casi anche sulla Edolo-Brescia

mercoledì, 29 gennaio 2014

Edolo – Atti vandalici anche sui treni della Edolo-Brescia. Oltre alla situazione difficile in cui si trovano le centinaia di pendolari che ogni giorno fanno su e giù dalla Valle Camonica, adesso si aggiungono i vandalismi. I dati parlano di due- tre atti vandalici al mese sulla Edolo-Brescia.Edolo ferrovia

PRESA DI POSIZIONE 

Una lettera al Governo per affrontare insieme il problema degli atti vandalici che quotidianamente si verificano sui treni di Trenord e che comportano spese aggiuntive per 8 milioni di euro. La scriverà a breve l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Maurizio Del Tenno, che ha visitato lo stabilimento di manutenzione. ”Ogni giorno 4.000 persone lavorano per garantire un sistema efficiente – ha detto Del Tenno – che però rischia di essere vanificato dagli atti vandalici che quotidianamente danneggiano i nostri treni causando una serie di ripercussioni sull’intero sistema ferroviario. Ci vuole infatti tempo per ripulirli dai graffiti o per sostituire le parti danneggiate e il servizio deve comunque andare avanti”.

“Da soli – ha sottolineato – non ce la possiamo fare però. Abbiamo bisogno di maggior sicurezza e di più controlli e non può essere la società che fornisce il servizio a garantirla. Noi, certo, siamo disponibili a collaborare, ma il Governo ci deve garantire i mezzi per farlo”.

ATTI VANDALICI RILEVATI 

I dati sull’ultimo anno sono impressionanti a livello lombardo.

Ecco i numeri:

- 2 atti vandalici significativi al giorno con punte di 5/6 atti vandalici nei weekend che fermano almeno un treno al giorno

- 8.250 ore di fermo treno per poter togliere graffiti, cambiare

sedili, sostituire tende, ecc
- 12.000 martelletti frangi vetri rubati
- 36.000 sedili tagliati, macchiati, resi inagibili per cui sono
serviti 54.000 metri quadrati di nuova stoffa per rivestirli
- 5.000 ore di lavoro per sostituire i sedili vandalizzati
- 3.500 sedili distrutti
- 61.000 tendine rotte ed aggiustate
- 250 estintori rubati o scaricati
- 1.755 vetri rotti
- 100.000 metri quadrati di graffiti rimossi sia internamente
sia esternamente ai convogli.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136