QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valle Camonica: il governatore Maroni e l’assessore Beccalossi a Ceto, Sonico e Piancogno

giovedì, 2 ottobre 2014

Ceto – La visita del governatore lombardo, Roberto Maroni e dell’assessore regionale al Territorio, Viviana Beccalossi, è partita da Ceto (Brescia). Quindi dalla cultura e dalle eccellenze della Valle Camonica. ”Queste incisioni rappresentano la nostra storia ultra millenaria, sono le nostre radici. E’davvero un’emozione vederle e pensare che sono giunte fino a noi da quel passato lontanissimo. Sono una ricchezza, bisogna valorizzare al meglio queste bellezze uniche al mondo”.

Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, visitando, questa mattina l’area archeologica di Nardo di Ceto,  in Valle Camonica, dove, fra le tante incisioni, c’è anche un’antica raffigurazione della ‘Rosa Camuna’, simbolo della Regione Lombardia.

L’IMPEGNO DELLA REGIONEIncisioni rupestri ceto (2)

Il governatore ha garantito “l’impegno della Regione per la valorizzazione del parco archeologico, per renderlo ancora più conosciuto e frequentato”. “Questo posto - ha aggiunto – non è importante solo per i Lombardi, ma per tutta l’umanità. Qui è nata una civiltà, che, per antichità è paragonabile a quella greca. Conosciamo bene la civiltà ellenica, perché la studiamo sui libri di scuola, mentre questa è troppo poco conosciuta. Anche sui testi scolastici, non solo da noi, questo capitolo di storia, meriterebbe di essere maggiormente preso in considerazione”.

L’OCCASIONE DI EXPO

“Come Regione – ha aggiunto – stiamo lavorando molto per valorizzare i luoghi della nostra Lombardia, per farli conoscere ai tanti visitatori che l’anno prossimo ci raggiungeranno per Expo. è una grandissima occasione, dobbiamo fare il massimo per sfruttarla e non solo per i sei mesi dell’Esposizione universale. Io ho l’ambizione di far innamorare queste persone dei nostri territori, per fare in modo che tornino anche negli anni successivi. Questa è la grande sfida”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136