QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Neve in Valle Camonica, vigili del fuoco al lavoro a Malonno e Corteno Golgi. Scuolabus scortato a Lozio

venerdì, 17 gennaio 2014

Valle Camonica – Gran lavoro dei vigili del fuoco, carabinieri, agenti di polizia locale e polizia stradale sulle strade della Valle Camonica. La copiosa nevicata, oltre i 400 metri, sta creando problemi alla viabilità in Alta Valle Camonica e nella zona tra Corteno Golgi e Aprica.

Questo pomeriggio alle 12.50 i Vigili del fuoco del Distaccamento di Edolo sono intervenuti in Comune di Malonno sulla strada comunale che porta alla frazioni di Moscio e Nazio per la caduta di diverse piante che bloccavano il transito. In posto i vigili hanno provveduto al taglio delle piante sradicate delimitando con l’aiuto dei Volontari della protezione civile malonnese le imponenti radici che erano cadute sulla strada causa il taglio. Con sé le radici hanno trascinato sulla strada sassi e detriti che i militi hanno velocemente ripulito per riaprire la strada al transito. L’intervento coordinato da Sandro Malgarotti, si è concluso attorno alle 16. Hanno collaborato i Volontari dell’Associazione “Le torri”, i tecnici e operai comunali e polizia locale. I vigili del fuoco di Edolo  hanno effettuato numerosi interventi tra la mattinata e  il primo pomeriggio. Altro soccorso dei pompieri, con un’autogrù sulle statale 42 del Tonale e 39 di Aprica. Su quest’ultima strada in si sono registrati intraversamenti di auto e di un camion che hanno bloccato il traffico sulla statale 39 e i vigili del fuoco hanno effettuato la rimozione e apertura al traffico della statale 39.

Campiglio neve slavine

Invece per il pericolo valanghe è stata chiusa la provinciale della Tre Valli, sopra Breno, una stalla e due famiglie di agricoltori sono isolate, al pari del rifugio Bazena. Invece a Lozio si sono staccate quattro valanghe e il pulmino dello scuolabus è stato scortato dagli agenti di polizia locale. Il sindaco ha emesso l’ordinanza di chiusura della strada comunale. C’è massima allerta per le prossime ore la Protezione Civile e i tecnici della Provincia terranno sotto controllo l’intera valle. Il pericolo valanghe è 3, ossia marcato.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136