QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valle Camonica, un piano Anas da 20 milioni. Via libera alla riqualificazione della galleria di Edolo

venerdì, 4 marzo 2016

Breno – L’Anas lancia la sfida in Valle Camonica ed entro il 2018 è pronta a stanziare 20 milioni per sistemare la statale 42, allargare la galleria di Edolo, riasfaltare tratti di strada e metter mano anche alla viabilità dell’Alta Valle Camonica, tra Vezza d’Oglio e Vione. La richiesta del finanziamento sarà inoltrato al Ministero alle Infrastrutture, poi si entrerà nella fase d’appalto di alcune opere.

lavori statale strada anas aprica

Sono queste le linee del Compartimento Anas illustrate in mattinata presso la sede della Comunità Montana di Vallecamonica a Breno dal capo compartimento Lombardia, ingegner Giuseppe Ferrara, alla presenza del presidente della Comunità Montana Oliviero Valzelli, amministratori locali, tra cui il sindaco di Edolo, Luca Masneri, e il commissario straordinario di Esine e dai dirigenti dei due Enti.

Un piano ambizioso da 20 milioni di euro, Anas ha dichiarato da subito la disponibilità a concludere due opere nodali: lo svincolo

di Esine e l’allargamento della galleria di Edolo, oltre al cantiere già aperto sulla statale 39 tra Corteno Golgi e Aprica (nelle foto a lato).

lavori corteno aprica statale anas

Il programma triennale di Anas trova la soddisfazione del presidente della Comunità Montana, Oliviero Valzelli: “E’ sicuramente un’accelerata e un passo importante per la nostra Valle, con risposte concrete e interventi che risolveranno problemi che si trascinavano da tempo. Penso ad esempio la manutenzione ordinarie e la cura”. Invece il capo compartimento Anas Lombardia, Giuseppe Ferrara, ha rimarcato “l’impegno e l’ottimo rapporto con le amministrazioni locali. Oltre alle grandi opere intendiamo dare risposte concrete al territorio con la cura e la manutenzione delle strade”.

SVINCOLO DI ESINE

Il primo passo è però dietro l’angolo: a luglio sarà aperto il tanto atteso svincolo di Esine, con possibilità di accedere più velocemente verso l’ospedale. Lo svincolo della statale 42 per l’ospedale di Esine  richiede un paio di mesi di lavoro e riprenderanno in primavera, appena si concluderanno le pratiche per il passaggio di proprietà tra Anas , Comunità Montana e privati. La consegna dell’opera – che in parte è già visibile nello sviluppo degli svincoli – è prevista per il mese di luglio.

corteno golgi lavori aprica statale strada

ATTRAVERSAMENTO DI EDOLO

Il progetto è ambizioso e prevede due tipi di interventi, uno è l’attraversamento e il collegamento con la statale 39 di Aprica e l’altro è invece la riqualificazione della galleria di Edolo, con un costo di poco superiore ai 2 milioni e mezzo di euro. Quest’ultimo intervento sarà finanziato nel 2017 e potrebbe essere realizzato entro il 2018. Il progetto preliminare – illustrato oggi – prevede l’allargamento della galleria di circa un metro e mezzo – superando i 6 metri e mezzo. La riqualificazione della galleria rappresenta un passaggio importante e un salto di qualità per Edolo e l’Alta Valle Camonica.  Sul progetto galleria di Edolo c’è il parere favorevole della Soprintendenza delle Belle Arti. La galleria risale al 1857  e l’Amministrazione Masneri punta a risolvere uno dei nodi del traffico di Edolo.

edolo code 42

“Il progetto che ha già il parere favorevole della Sovrintendenza  - spiega il sindaco Luca Masneri – punta ad allargare la sede stradale, permettendo il passaggio di un mezzo pesante e di un’auto in senso opposto.

Per noi è fondamentale superare questo imbuto”.  Il capo compartimento Anas ha confermato oggi l’appalto nel 2017 e i lavori nel 2018.

Sono infine previsti interventi anche in Alta Valle Camonica, a Vezza d’Oglio e Vione sulla statale 42 e sulla statale 390 di Aprica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136