QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Valle Camonica, trasporto dializzati: interrogazione Martinazzoli in Consiglio Regionale

venerdì, 8 settembre 2017

Darfo – “A causa di un errato riconoscimento dei rimborsi spese per il trasporto dei dializzati, in merito al quale i pazienti non hanno alcuna colpa, ora le ASST stanno chiedendo la restituzione degli importi erroneamente pagati ai malati e alle loro famiglie.” Così il consigliere regionale della Lega Nord Donatella Martinazzoli ha illustrato  le motivazioni dell’interrogazione presentata al Pirellone e discussa oggi nell’aula del Consiglio Regionale.  “Si tratta – ha proseguito la rappresentante del Carroccio – dei rimborsi riguardanti tutto il 2016 e i primi mesi del 2017. In alcuni casi, presenti anche in Valcamonica, le somme da rimborsare sono particolarmente onerose e gravano su famiglie già fragili. Considerato che Regione Lombardia ha già espresso l’intenzione di rideterminare le modalità di effettuazione del trasporto dei pazienti dializzati, ho chiesto alla Giunta di valutare la sospensione della richiesta di rimborso per le somme erroneamente erogate ai malati fino a che non saranno definiti i nuovi criteri”.

“Sono inoltre del parere – continua Martinazzoli – che le nuove regole sul trasporto dializzati dovranno necessariamente tener conto anche della peculiarità della Valle Camonica e del territorio montano lombardo, la cui conformazione rende più difficoltosi gli spostamenti”.

All’interrogazione di Donatella Martinazzoli ha risposto in aula l’Assessore Regionale Giulio Gallera, il quale ha sottolineato l’impossibilità della ASST Valle Camonica di derogare alla legge, che prevede per l’Ente l’obbligo giuridico di procedere alla richiesta di restituzione delle somme erroneamente erogate. L’Assessore ha poi affermato di aver dato indicazione alla ASST di ridurre al minimo i disagi per le famiglie coinvolte, anche attraverso una dilazione molto ampia nel tempo dei pagamenti.  Il consigliere Martinazzoli ha quindi affermato di essere “solo parzialmente soddisfatta della risposta data dall’Assessore, richiedendo che per il futuro si proceda ad una modifica dell’attuale delibera regionale, affinché vengano considerate in giusta misura le particolarità del territorio montano in cui opera la ASST Valcamonica”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136