QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Valle Camonica: stalker e spaccio, tre arresti dei carabinieri a Cedegolo, Darfo Boario Terme e Piancogno

giovedì, 28 maggio 2015

Breno – Raffica di arresti da parte dei carabinieri delle stazioni camune e della Compagnia di Breno, guidata dal Maggiore Salvatore Malvaso. Tre gli interventi portati a termine dai militari negli ultimi giorni.

A CEDEGOLO ARRESTATO STALKERCarabinieri Darfo Boario

A seguito di richiesta di intervento, i carabinieri della stazione di Cedegolo (Brescia) unitamente a quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile di Breno, hanno tratto in arresto B.V. 27 enne cittadino romeno, pregiudicato, con domicilio a Malegno, per violazione di domicilio e atti persecutori nei confronti di una sua connazionale. Il 27enne si era introdotto nell’abitazione della vittima aggredendola e dopo l’intervento i militari apprendevano che la donna, dallo scorso mese di febbraio subiva atti intimidatori da parte del giovane ex fidanzato. Nella circostanza il giovane, durante la perquisizione, veniva trovato in possesso di un coltello. L’arrestato è stato quindi rinchiuso nel carcere di Brescia come disposto dalla Procura.

SPACCIO A DARFO BOARIO

I carabinieri della stazione di Darfo Boario Terme (Brescia), in via Manzoni, proprio nel sottopasso che conduce al Centri Termale, nel corso di specifico servizio, scaturito da segnalazioni fatte dai cittadini, dalla dirigenza del Centro Termale e dai commercianti, hanno arrestato per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti Z.A. 46enne cittadino marocchino, pregiudicato, residente in predetto centro. E’ stato sorpreso mentre cedeva a un 49enne di Darfo Boario Terme una dose di hashish. All’intervento dei carabinieri la popolazione e i commercianti della zona si sono complimentati con i militari. Durante la perquisizione dell’abitazione dell’arrestato rinvenuti ulteriori 60 grammi di hashish. L’uomo è stato condannato alla pena di anni 1 e mesi 4 e posto agli arresti domiciliari.

SPACCIAVA A SCUOLA, ALTRO ARRESTO A PIANCOGNO

Nella giornata di ieri a Piancogno, in via San Filippo, i carabinieri del nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Breno, hanno arrestato un cittadino tunisino H.M. 22enne, tunisino, residente in Borgosatollo (Brescia), pregiudicato, colpito da ordine custodia cautelare emesso in febbraio 2015 dalla Procura di Brescia. La vicenda si ricollega all’arresto, negli anni 2013 e 2014, di una decina di minori per spaccio di sostanze stupefacenti all’interno istituti scolastici. Nel febbraio del corrente anno, a conclusione di ulteriori indagini, l’autorità giudiziari di Brescia ordinava l’arresto di alcuni maggiorenni accusati di avere, a loro volta, fornito ai predetti minori la droga da spacciare. In tal occasione H.M. si sottraeva all’arresto rendendosi irreperibile. Dopo mesi di ricerche, i carabinieri lo individuavano in Piancogno in una abitazione che, inoltre, usava per spacciare, infatti, è stato trovato in possesso di diversi grammi di cocaina e cinquemila euro in contanti. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di canton Mombello a Brescia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136