QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valle Camonica, progetto Arnica di Ats Montagna: un milione e mezzo per il territorio

martedì, 25 luglio 2017

Darfo – “Un milione e mezzo di euro per un progetto studiato su misura per un territorio, complesso come quello della montagna, che riserva un grande spazio alla telemedicina, un’attenzione massima a tutte le strutture sanitarie e socio sanitarie presenti e un coinvolgimento totale dei medici di medicina generale con una modalita’ innovativa di ‘case management’”.

galleraLo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera nel corso dell’incontro organizzato, questo pomeriggio, a Darfo Boario Terme, in provincia di Brescia, per la presentazione del progetto “Arnica”, elaborato da Ats Montagna e Direzione generale Welfare di Regione Lombardia per attingere ai fondi destinati alla presa in carico dei pazienti delle zone particolarmente disagiate (isole minori e altre zone critiche) per conformazione e collocazione geografica.

RISPOSTA A BISOGNI DI SALUTE DEL TERRITORIO – “Arnica – ha spiegato l’assessore – nasce da una rilettura sia dei bisogni di salute che delle caratteristiche dell’attuale rete di offerta dei servizi alla luce dei mutamenti socio demografici ed epidemiologici che indicano come noto un incremento di prevalenza delle condizioni di fragilita’ che richiedono interventi clinico assistenziali multidisciplinari e di lunga durata”.

IMPEGNO PER LA MONTAGNA – “Ancora una volta – ha rimarcato Gallera – Regione Lombardia dimostra di avere un occhio di riguardo per la sanita’ di montagna. Accanto ai tanti investimenti fatti voglio tra questi ricordare anche l’innovazione delle risorse aggiuntive stanziate per il reclutamento di personale assunto in questo territorio, 5 mila euro di incentivo all’anno per tre anni, che stanno fornendo una risposta partecipata e a un incremento di medici nei presidi di questa zona”.

Di seguito i punti principali del progetto Arnica, elaborato da ATS Montagna e Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia per attingere ai fondi destinati alle zone particolarmente disagiate (isole minori e altre zone critiche) per conformazione e collocazione geografica, presentato, oggi, a Darfo Boario Terme, in provincia di Brescia.

NOME – ARNICA, acronimo di Ats Montagna rete integrata di cure e assistenza

UNICO PROGETTO – Si tratta dell’unico progetto regionale partecipante al bando del Ministero Salute, approvato dal Comitato del Ministero della Salute il 26 ottobre 2016.

RISORSE – L’importo finanziato e’ pari a 1.498.052 euro, risorse destinate esclusivamente al territorio della Ats della Montagna.

DURATA – Il progetto scade nel mese di marzo del 2019.

FINALITA’ – Le finalita’ del progetto sono: sperimentare nel territorio della montagna un modello organizzativo della rete dei servizi sanitari, sociosanitari e socioassistenziali in grado di assicurare la presa in carico delle persone in condizioni evolutive di cronicita’; avvalersi anche di tecnologie innovative quali la telemedicina e il teleconsulto, nel quadro dei provvedimenti regionali sulla presa in carico della cronicita’.

PARTNER – I partner sono in prima istanza le ASST di Valtellina Alto Lario e Valcamonica, attraverso i propri servizi ospedalieri e territoriali, Areu e i Mmg con particolare riferimento alle loro forme associative; inoltre gli ‘Uffici di piano’ attraverso la rete dei servizi sociali.

PROTAGONISTI DELLA RETE – I protagonisti della rete sono i soggetti erogatori accreditati a contratto per l’offerta di prestazioni sanitarie e sociosanitarie che si renderanno necessarie per assicurare il percorso di cura piu’ appropriato.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136