QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valle Camonica, pericolo incendi boschivi: massima allerta, divieti e piano di prevenzione della Regione

giovedì, 2 aprile 2015

Edolo – Allarme incendi e massima allerta per i rischi nei boschi della Valle Camonica e delle principali vallate.  Vietata l‘accensione di fuochi dopo quanto accaduto negli ultimi giorni a Sulzano e Darfo Boario con ettari di boschi divorati dalla fiamme e il gran lavoro dei vigili del fuoco per domare i roghi.

COMUNITA’ MONTANA: DIVIETO DI ACCENDERE FUOCO
La Comunità Montana di Valle Camonica, preso atto della comunicazione della Regione Lombardia, ha predisposto un calendario di prevenzione e di avvistamento incendi che coinvolge 36 Gruppi e Amministrazioni Comunali e ANA che aderiscono all’AIB.

Durante questo periodo è in vigore il divieto assoluto di accendere qualsiasi fuoco, anche di ripulitura, nei boschi e nelle vicinanze di circa 100 metri da essi.

LA DECISIONE DELLA REGIONE LOMBARDIA

“Quello degli incendi boschivi è un pericolo reale in questo periodo. Si sono registrati già diversi casi negli ultimi giorni nelle province pedemontane e vallate. Senza creare allarmismi, abbiamo deciso di attivare il Piano regionale già approvato dalla Giunta, volto alla prevenzione e al pronto intervento”. Con queste parole l’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, ha comunicato la dichiarazione dello stato di alto rischio incendio boschivo da parte della Regione Lombardia.incendio bosco a Cevo

“L’abbiamo comunicato al Corpo forestale, alle forze dell’ordine e agli enti istituzionali a tutti i livelli. Con l’attivazione del Piano è di fatto vietata l’accensione, all’aperto, di fuochi nei boschi su tutto il territorio regionale. Abbiamo inoltre invitato gli enti locali a pubblicare tale indicazione per una maggiore informazione della cittadinanza. Anche le organizzazioni di volontariato – conclude l’assessore Bordonali – sono già state informate affinché possano fornire la consueta, indispensabile collaborazione nella fase di prevenzione ed estinzione di eventuali fenomeni”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136