QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valle Camonica: l’assessore Cappellini fa tappa a Darfo, Piancogno e Capo di Ponte e annuncia fondi per la cultura

mercoledì, 8 ottobre 2014

Capo di Ponte – ” Valle Camonica virtuosa e bell’esempio del saper fare rete sul territorio. Con queste parole si è presentata a Capo di Ponte (Brescia) l’assessore regionale alle Culture, Identità e Autonomie Cristina Cappellini.

“Sono venuta di persona  - ha poi aggiunto – perché voglio dimostrare che Regione Lombardia è sempre vicina ai suoi territori investendo risorse per progetti concreti, a differenza di quello che avviene a Roma, in cui prevalgono solo annunci e spot senza misure concreti a favore delle autonomie locali,costantemente martoriate da tagli e vessazioni. La mia nuova iniziativa lanciata ad agosto ha riscosso un ottimo successo grazie alla preziosa collaborazione con gli amministratori locali e le associazioni culturali, ho quindi deciso di ripeterla qui in provincia di Brescia dove ho visto lo stesso grande entusiasmo della prima tappa che si è svolta in provincia di  Bergamo”. L’assessore Cristina Cappellini  ha fatto tappa in Valle Camonica e nel Bresciano.

IL TOURassessore Cappellini Valle Camonica2 (2)

La visita ha preso le mosse dal Parco di Luine a Darfo Boario Terme dove la Regione ha presentato i progetti finanziati dalla Regione attraverso il bando per la valorizzazione delle aree archeologiche e dei siti Unesco e ha preso direttamente visione di quello relativo all’area che prevede il completamento della segnaletica e il riordino dei sentieri.

Quindi, a Piancogno, l’assessore ha visitato l’area oggetto di finanziamento regionale per cui si prevedono interventi di restauro dopo l’incendio, pulitura del contesto e creazione di percorsi di fruizione.

Doppia tappa a Capo di Ponte, prima per visitare il progetto finanziato che prevede, per il Parco di Seradina, interventi di miglioramento forestale e quindi al MuPre (Museo nazionale della Preistoria) per incontrare sindaci, istituzioni culturali e autorità comprensoriali. Presente il consigliere regionale Donatella Martinazzoli.

AL TERRITORIO 530 MILA EURO

“Il territorio bresciano – ha sottolineato l’assessore Cappellini - ha conassessore Cappellini Valle Camonica2 (1)fermato, anche in occasione di questo bando per il patrimonio archeologico e i siti Unesco, una grande capacità di saper fare rete e di presentare a Regione Lombardia progetti di grande qualità”. “Quella di Brescia è la provincia maggiormente finanziata da questo bando, con un contributo erogato pari a
530.000 euro”.

IN CAMPO UN CONCRETO ‘SALVA CULTURA

“Regione Lombardia – ha rimarcato l’assessore – ha ribadito oggi il suo impegno ‘salva cultura’ che la vede impegnata in un  percorso virtuoso a sostegno dei sindaci e delle autonomie locali in grandi di fficoltà a causa dei continui tagli, dell’incomprensibile Patto di stabilità e della confusa riforma delle Province”. “Il mio Assessorato – ha aggiunto – sostenendo questi interventi consente di realizzare progetti che garantiscono la sopravvivenza culturale in aree di montagna come la Valcamonica”.

“E’ evidente però che la Regione non può prendersi carico – ha concluso l’assessore Cappellini – delle responsabilità altrui. Se è vero che non lascerò mai soli i suoi territori, cercando di soccorrerli il più possibile, è altrettanto vero che lo Stato centrale non può pensare che le autonomie locali, peraltro tutelate costituzionalmente, possano sopravvivere a lungo”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136