QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valle Camonica: la promozione turistica passa da Expo 2015

martedì, 4 marzo 2014

Capo di Ponte – Il patrimonio della Valle Camonica deve essere valorizzato. Anzi potrebbe presto diventare un marchio, soprattutto la media valle, quella tanto per intenderci che conta sul percorso del fiume Oglio, oppure quello dell’Adamello o ancora quello delle incisioni rupestri.

Il distretto Culturale di Valle Camonica ha studiato strumenti per la promozione turistica in collaborazione con la Comunità montana con sede a Breno e punta tra i grandi progetti a Expo 20Foto Guide alpine Vallecamonica-Adamello15. Le iniziative, illustrate dalla presidente del Distretto, Simona Ferarini, sono numerose e nel caso specifico sono: gadget Valle dei Segni, marchio che sta caratterizzando ormai da tempo il progetto turistico-culturale del territorio, rilancio degli uffici turistici,  forum del turismo che si terrà dal 24 al 29 marzo,  il Progetto H2O/15 sul tema dell’acqua e l’inaugurazione di importanti siti. Tra questo spicca il Museo Archelogico di Cividate Camuno (l’apertura è prevista per sabato 9 marzo alle 17.30)  e la valorizzazione di itinerari e sito dell’Unesco.   


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136