QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valle Camonica: la polizia provinciale ha fotografato la presenza di orsi e lupi. Tutti gli spostamenti e i danni

giovedì, 5 marzo 2015

Vezza d’Oglio (Al Pa.) – Orsi e lupi sono presenti, o almeno scorrazzano da una vallata all’altra, anche in Alta Valle Camonica. La conferma arriva dalla Polizia Provinciale che ha tracciato il bilancio dell’ultimo anno.

GLI ORSI

Per quanto riguarda gli orsi nel Bresciano gli agenti hanno avuto 19 segnalazioni di presenza, provenienti da tutte le località montane della provincia; per 3 di loro è stato possibile stabilire geneticamente l’identità: M29 maschio giovane , MJ2G1 maschio adulto, M25 maschio giovane radiocollarato; per altri 2 individui sicuramente presenti in Alto Garda e Alta Valle Camonica non è stata stabilità l’identità così come per quello che ha frequentato i crinali tra la Val Camonica e la Val Trompia nei mesi di aprile maggio e giugno.

PREMANA = FERMI IMMAGINE DELL' ORSO BRUNO TRATTI DA RIPRESE VIDEO REALIZZATE DALLA POLIZIA PROVINCIALE E DAL CORPO FORESTALE DELLO STATO IN LOCALITA' ACQUADASCIO

Infatti M25 ha fatto il suo ingresso in territorio provinciale bresciano nei primi giorni di maggio, l’orso si sposta ciclicamente dai crinali che dividono la Valle Camonica dalla Valtellina, alla destra orografica della Media Valtellina- Val Poschiavo(CH) e Val Malenco; i punti estremi di frequentazione hanno toccato a nord i confini tra Svizzera e Austria.

Contrariamente a quando si è verificato in Provincia di Sondrio, dove M25 si è fatto notare per diversi danni soprattutto a carico di asini, nei versanti bresciani si è fatto notare ben poco: un solo avvistamento ed una sola predazione di ovini in Val Cané, territorio di Vione. La presenza dell’orso crea alcuni problemi e conflitti sociali a causa dei danni che procura a greggi, allevamenti di bestiame domestico e agli alveari.

DuDaniza 1 - orsarante il 2014 si sono verificati 3 danni accertati da orso, che hanno riguardato la predazione di ovi caprini. La presenza di M25 in Alta valle Camonica, ha creato preoccupazioni – secondo gli agenti della Polizia Provinciale di Brescia non fondate - soprattutto in zona Mortirolo in quanto si sono avute diverse segnalazioni di danni.

GLI ACCERTAMENTI

Il personale del Corpo di Polizia Provinciale in collaborazione con il servizio Veterinario Asl gli stessi sono stati attribuiti a cani vaganti incustoditi.

Il conseguente posizionamento di recinti elettrificati forniti da Regione Lombardia ha evitato ulteriori predazioni. Il personale del Corpo di Polizia Provinciale ha pertanto prestato costante collaborazione alle amministrazioni comunali fornendo tutte le informazioni del casualmente l’orso sta effettuando la fase letargica in territorio lombardo.

Per quanto riguarda l’Alta Val Camonica le prime segnalazioni si sono avute a partire da aprile nella confinante Valle Belviso (Sondrio) dove sono state ritrovate le carcasse di alcuni ungulati selvatici predati.

IL LUPO

Il posizionamento di alcune foto trappole ha permesso agli agenti di riprendere un esemplare di canide dalle fattezze di lupo; in seguito le analisi di Ispra su alcuni campioni organici ritrovati ha poi confermato che lo stesso è un lupo di origini italiche.

In giugno gli agenti della Polizia di Sondrio hanno ripreso a Cima Cadi/Cima Verde (Tovo/Monno) un probabile lupo.

Ad agosto sono stati ritrovati alcuni ovini predati sempre sulle creste di confine tra Monno e Tovo, e raccolti reperti organici ancora in attesa di analisi. Infine il 24 dicembre il personale Corpo Forestale dello Stato in servizio a Temù (Brescia) ha fotografato un esemplare di lupo in Val Bighera (Vezza d’Oglio).Lupo vezza d'Oglio

I controlli proseguono e saranno intensificati a partire dalla primavera quando terminerà il letargo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136