QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Valle Camonica: dalla Regione arrivano 350mila euro per l’agricoltura

martedì, 14 ottobre 2014

Breno – Alpeggi, aziende agricole e consorzi avranno contributi dalla Regione per 350mila euro. Lo ha svelato l’assessore regionale all’Agricoltura,  Gianni Fava, e le risorse serviranno per miglioramenti dei fondi e trasformazioni agricole. Le domande presentate tra il 2013 e il 2014 sono state 130 per un investimento totale di quasi 2,4 milioni, di cui 862mila di contributo concedibile.

Una parte delle risorse stanziate nell’ultimalpeggioo bando, 88mila sono state concesse a otto Comuni per la ristrutturazione delle loro malghe, mentre il resto è stato assegnato ad agricoltori e allevatori per la sistemazione delle stalle e dei caseifici, per l’acquisto di attrezzature per le attività di trasformazione delle materie prime e per la sistemazione dei laboratori e delle strade per raggiungere gli alpeggi.

I fondi verranno utilizzati per l’adeguamento igienico-sanitario delle malghe e la potabilizzazione dell’acqua: da un monitoraggio dell’Asl regionale, è infatti emerso che tra le maggiori criticità c’è proprio il problema dell’acqua, che verrà in parte risolto con questi fondi. A beneficiarne saranno le strutture dei Comuni di Breno (Bazena e Cogolo), Darfo (Cauzzo, Perlepere, La Nera), Capo di Ponte (Vericolo), Esine (Dosso dell’Asino, Ca’ del Prete), Malonno (Campolungo Superiore), Paisco (Monti), Bienno (Valdaione Inferiore) e Gianico (Cimosco).

Invece per  privati, sono stati finanziati l’impianto di vigneti a Breno, Ceto e Darfo, per un ettaro di nuovo terreno vitato, e la costruzione di una cantina, la posa di celle di stagionatura e la sistemazione dello spaccio Cissva a Capo di Ponte, la messa a norma di 5 caseifici aziendali, la manutenzione di 6 strade agricole. Tra il 2013 e il 2014 sono state presentate 130 domande per un investimento totale di quasi 2,4 milioni, di cui 862mila di contributo concedibile.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136