QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Valle Camonica, al via la revisione delle mappe catastali. 25 Comuni fermi a fine Ottocento

giovedì, 25 maggio 2017

Breno – Le mappe catastali saranno ridefinite in tutti i Comuni della Media e Bassa valle. L’annuncio è stato dato dalla Comunità Montana Valle Camonica, rappresentata dall’assessore al Bim, Mauro Testini, dai funzionari dell’ente e dal direttore dell’Agenzia delle Entrate, Marco Selleri,  che si è appena insediato.

comunità montana vallecamonica

Secondo i dati diffusi 15 Comuni, quasi tutti in Alta Valle, hanno già le mappe catastali, mentre altri 25 Comuni hanno ancora una documentazione catastale che risale a fine Ottocento. In questa cartografica non figurerebbero tra l’altro lunghi tratti della nuova statale 42 del Tonale, in altri l’Oglio si divide per qualche centinaio di metri, ad esempio a Breno, mentre attualmente scorre un unico alveo, poi sovente i confini non coincidono. La revisione delle mappe catastali era stata interrotta per mancanza di fondi. Il lavoro verrà ora ripreso e l’obiettivo, come indicato dall’assessore Mauro Testini, è realizzare un’unica mappa catastale della Valle Camonica.

Si riparte dall’accordo fra Bim e Agenzia delle Entrate che ha posto le basi per far ripartire la revisione delle mappe catastali nei Comuni ancora sprovvisti. I primi ad iniziare la revisione saranno Capo di Ponte, Cimbergo e Paspardo, seguiranno gli altri enti locali della Media e Bassa Valle Camonica. Le nuove mappe saranno realizzate con materiale aereofotogrammetria e ricognizioni sul campo e ci sarà il supporto del Bim. Il lavoro richiederà tempi non brevi vista la mole di lav oro che attende i tecnici.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136