QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

“Una montagna di cultura”: Ramin Bahrami incanta il pubblico di Ponte di Legno

mercoledì, 17 agosto 2016

Ponte di Legno – Successo del pianista iraniano nel concerto organizzato da MirellaCultura per “Una montagna di cultura…La cultura in montagna”. Stasera appuntamento con le fotografie di Mario Lauro, domani don Mazzi e inaugurazione del totem con la poesia “Legno” di Alberto Toni.bahrami bormetti

TUTTO ESAURITO PER IL CONCERTO DI BAHRAMI
Alcuni minuti di applausi e una richiesta di bis hanno salutato la conclusione del concerto che il pianista Ramin Bahrami, considerato uno dei più grandi interpreti di Bach in attività, ha tenuto ieri sera al Centro Congressi Mirella di Ponte di Legno, gremito. L’esibizione del musicista di origine iraniana faceva parte della settimana “Una montagna di cultura…La cultura in montagna”, organizzata dall’associazione Pontedilegno-MirellaCultura.bahrami

Bahrami, che dopo aver lasciato l’Iran giovanissimo si è formato e diplomato al Conservatorio Verdi di Milano ed ora risiede in Germania, ha presentato un programma dal titolo “Contrappunti Vanitosi”, con pezzi di Mozart, Beethoven, Chopin, Sibelius e ovviamente Johann Sebastian Bach. Al termine, richiesta di bis di un pubblico entusiasta, soddisfatta con l’esecuzione dell’Aria da Variazioni Goldberg. Bahrami, che ha dedicato il concerto alla memoria del pianista e direttore d’orchestra bresciano Agostino Orizio, scomparso due anni fa, ha voluto sottolineare il legame di amicizia con Ponte di Legno e in particolare con il presidente di MirellaCultura, Andrea Bulferetti, che lo ha portato a questa esibizione a poche ore dalla partenza per la Cina.bahrami 1

PROGRAMMA
La rassegna di Ponte di Legno prosegue stasera con un incontro su “Persia ed Egitto si incontrano: storia di un viaggio in Iran”, un racconto per immagini di Mario Lauro, ingegnere milanese che si è dedicato alla documentazione fotografica delle antiche civiltà, e domani con una serata in cui sarà protagonista don Antonio Mazzi, dal titolo “La cultura della famiglia e non solo, oggi”.concerto

Sempre domani, nel pomeriggio, sarà inaugurato il sesto totem della poesia, con la lirica “Legno” del poeta romano Alberto Toni. Sarà il prologo alla fase finale della settima edizione di PontedilegnoPoesia, premio nazionale di poesia edita, in programma venerdì e sabato, con premiazione domenica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136