QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Un presidio di emergenza a Breno, l’Amministrazione Farisoglio ci sta pensando e avanza richiesta in Regione

martedì, 11 marzo 2014

Breno – L’inverno con le precipitazioni nevose in quota, l’emergenza del Bazena, i numerosi interventi sulla statale del Tonale e un bacino d’utenza che cresce anno dopo anno, impone una riflessione sul servizio di urgenza ed emergenza. Nel caso specifico di un presidio con tanto di ambulanza per la media valle.

ambulanza 1

L’ideale sarebbe posizionarla a Breno e lo stesso sindaco, Sandro Farisoglio, ha avanzato la richiesta di una centrale del soccorso. Infatti la cittadina camuna manca di un servizio e tutti gli interventi del 118 con ambulanza arrivano da Darfo Boario Terme e da Berzo Demo, dove esiste un servizio all’avanguardia con la Procivil Camunia e l’Arnica. Infatti sono loro che intervengono in caso di necessità e le ultime settimane lo hanno dimostrato. Adesso l’Amministrazione guidata da Sandro Farisoglio è pronta a chiedere all’assessore regionale alla sanità Mario Mantovani e al Consiglio regionale un presidio del servizio di urgenza ed emergenza. Un servizio che potrebbe ben integrarsi con quello già esistente sul territorio con però riduzione dei tempi di intervento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136