QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Truffatori in azione a Cividate Camuno. Il vicesindaco: “Non aprite a sconosciuti”

venerdì, 15 novembre 2013

Cividate Camuno – Attenti alle truffe. E’ il messaggio che è passato di casa in casa nelle ultime ore in Valle Camonica. Infatti al centralino del Comune di Cividate sono arrivate decine di segnalazioni, oltre che ai vigili e alle autorità che chiedevano informazioni su presunti “controlli che il Comune starebbe effettuando” . Infatti più persone, una voce femminile e una maschile avrebbero telefonato nelle case di decine di camuni dicendo che dovevano ispezionare le case, per conto del Comune e in alcuni casi è stato speso il nome del vicesindaco Fabio Ghelfi. Immediata è stata la risposta del Comune con un passa parola e l’invito a non aprire a sconosciuti.

furto-casa

“In questo momento – sostiene il vicesindaco Fabio Gelfi, tra l’altro preso di mira pochi giorni fa con un furto nella sua casa – non ci sono verifiche in corso, in ogni caso il Comune avviserebbe con anticipo e con un documento scritto”. I truffatori, secondo quanto finora ricostruito sulla base delle testimonianze dei camuni, sono italiani, con voce abbastanza giovane. Le forze dell’ordine stanno indagando e hanno raccolto elementi importanti per smascherare i truffatori. Intanto proseguono i controlli sulla banda di ladri,  chiamati anche “quelli del forellino” per la tecnica usata nei furti in valle.

ALTRI EPISODI

In Valle Camonica altri tentativi di truffa sono stati segnalati a Darfo, Piancamuno ed Esine. Si presentano in nome dell’Associazione Diabetici del Bresciano e i soldi servirebbero per le cure dei malati.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136