QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Trofeo Vittoria Alata e Trofeo Confartigianato: premiati i futuri acconciatori

martedì, 30 maggio 2017

Brescia – Moda e relax, per stare bene con gli altri, ma sopratutto con se stessi. È ciò che cerca il cliente quando entra in un salone di bellezza. Non solo una questione di bellezza, dunque. Con la tradizionale festa in Confartigianato per la scuola Acconciatori nata nel 1964 quest’anno un nuovo elemento: la sostenibilità ambientale, attraverso il concetto di “Organic way of life”, condividendo le conoscenze dell’Accademia Acconciatori che vanno ben oltre i classici temi dell’acconciatura e dell’estetica. confFormazione, comunicazione, promozione di scelte consapevoli e sostenibili per l’ambiente e la persona. Con l’obiettivo di elevare il livello qualitativo del lavoro di acconciatore, mirando alla qualità del prodotto e la salvaguardia del benessere dei clienti e dei lavoratori del settore, prendendo innanzitutto le distanze da prodotti scadenti e non certificati, spesso dannosi per la salute e l’ambiente.

Due i concorsi hanno segnato la fine dei corsi 2017 per l’Accademia Acconciatori: l’ambita 53esima edizione della Vittoria Alata, per i frequentanti dell’ultimo biennio e assegnato agli aspiranti parrucchieri Laura Gualtieri di Brescia (del I anno Accademia Styling) ed ex equo per il II anno Accademia Innovation a Claudia Carella di Ghedi e a Giuseppe Giacomassi di Roccafranca e la quarta edizione del Premio Confartigianato, dedicato a chi ha affrontato il primo biennio e assegnato a Laura Casetto di Bedizzole per il I anno beginner e a Anna Brocchi per il II anni beginner. Alle premiazioni hanno partecipato Aurelio Salvoni, presidente nazionale della categoria e Gabriele Tracconaglia, acconciatore referente per l’Accademia Acconciatori di Confartigianato. Dal palco il presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia Eugenio Massetti ha ribadito il ruolo fondamentale dell’Accademia nella formazione dei professionisti di domani e nel contrasto quotidiano che nelle sedi opportune l’associazione porta avanti contro le varie forme di abusivismo e concorrenza sleale particolarmente sentita nel settore: «In questa importante occasione, anche di festa, Confartigianato premia i migliori acconciatori di domani, grazie al lavoro quotidiano dell’Accademia nel ricreare le condizioni lavorative di un salone, esattamente come nella realtà, dove il successo arriva  proprio quando ognuno fa la propria parte. Noi facciamo sempre squadra in Confartigianato, soprattutto contro chi fa concorrenza sleale nei confronti di chi lavora in modo professionale e a regola d’arte». Presente anche il  consigliere provinciale con delega al lavoro e formazione Fabio Capra che ha elogiato l’operato e l’alto livello professionale dell’Accademia Acconciatori di Confartigianato.

Durante il pomeriggio si è tenuto lo show “future cosmetics Green Head” con la stilista Elena Pisanelli e la sfilata di moda dell’Accademia Acconciatori di Confartigianato, attraverso il concetto “Organic way of life”, oltre i classici temi dell’acconciatura e dell’estetica, al centro, infatti, la promozione di scelte consapevoli e sostenibili per l’ambiente e la persona. Cosmesi, moda, e design convivono in un solo percorso trasparente, perché oltre alla qualità, c’è l’attenzione alla salute del cliente e dell’ambiente.

Il settore della bellezza, in particolare l’ambito legato all’acconciatura sta riscuotendo sempre maggior successo: gli studenti dell’Accademia di Confartigianato anche quest’anno si sono confermati 80, un numero destinato a crescere. Chi vi prende parte sono persone dai 16 anni su che vogliono mettersi alla prova in un primo lavoro, oppure cambiare la propria professione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136