QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Treni strapieni sulla linea Breno-Iseo-Brescia. Protestano gli studenti

martedì, 23 settembre 2014

Iseo – Treno in ritardo e studenti a piedi. Una situazione che si ripropone ad ogni anno scolastico e vani sono i  tentativi di Trenord di potenziare il numero di convogli. Negli ultimi due giorni una trentina di studenti del Sebino sono rimasti a piedi perché impossibilitati a salire su treni già pieni. E’ subito partita una segnalazione a Trenord e i genitori sono sul piede di guerra. Lo scorso anno la loro battaglia aveva ottenuto alcuni risultati dal lunedì al venerdì, mentre il sabato era il giorno critico, soprattutto per il rientro a casa.

Invece quest’anno il problema dei treni strapieni treni breno 1si è riproposto soprattutto tra Breno e Iseo. A Sale Marasino ad esempio almeno venti studenti sono rimasti a piedi ieri e alcuni anche oggi.  Così devono attendere il treno successivo e arrivano a scuola in ritardo. Tra i trenta appiedati anche cinque lavoratori che si recavano a Brescia e che hanno preso la loro vettura per raggiungere la città della Leonessa. Il treno incriminato è quello che parte da Breno alle 6.55 e transita da Iseo alle 8.06. I genitori degli studenti che sono rimasti a piedi hanno avviato una raccolta firme per chiedere di ampliare le carrozze a disposizione sia nella fascia mattutina che per quella del rientro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136