QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Tragedia Ono San Pietro: Iacovone indagato per duplice omicidio volontario

giovedì, 25 luglio 2013

Ono San Pietro – Pasquale Iacovone, il 40enne di Ono San Pietro nella cui casa in fiamme il 16 luglio sono morti i figli Andrea e Davide, 9 e 13 anni, è indagato per duplice omicidio volontario aggravato.L’uomo e’ attualmente ricoverato all’ospedale di Padova in bilico tra la vita e la morte a causa delle ustioni sul 90% del corpo causate dalle20130716_50677_pasquale_iacovone_facebook stesse fiamme che uccisero i suoi figli.

INDAGINI

Intanto è stata nuovamente sentita l’ex moglie Erica Patti da parte degli inquirenti che stanno cercando di definire il contesta dell’intera vicenda, dai rapporto familiari alle denunce presentate nei confronti di Pasquale Iacovone per arrivare al drammatico epilogo. Su Pasquale Iacovone pesavano pesanti indizi già dai primissimi momenti della tragedia: l’uomo, infatti, aveva in corso una causa di separazione, a dir poco conflittuale, con  Erica Patti, sua ex moglie e madre dei due fratellini. Su di lui pendevano diverse denunce per stalking presentate dalla donna, che aveva iniziato persino l’iter giudiziario per togliere a Iacovone la patria potestà di Davide e Andrea. A ottobre il giudice si sarebbe dovuto esprimere su questo punto che aveva portato Pasquale a minacciare più volte, ed esplicitamente, l’uccisione dei figli pur di non darla vinta a Erica. I carabinieri di Breno e il Pm stanno proseguendo nell’inchiesta. Si attendono i risultati dell’autopsia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136