QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Tonale: inaugurata la cabinovia Presena. Rossi: “Rilanciamo il turismo e usciamo dalla crisi”. FOTO

sabato, 9 aprile 2016

Passo Tonale-  Una giornata speciale per la località tra Alta Val di SoleAlta Valle Camonica: in tarda mattinata si è tenuta la cerimonia di inaugurazione della nuova telecabina “Presena” che ha sostituito la seggiovia nel collegamento tra Passo Paradiso e Capanna Presena, e la doppia sciovia fino in cima al ghiacciaio. Gli amanti dello sci hanno già sfruttato la nuova cabinovia durante la stagione invernale ancora in corso, oggi l’inaugurazione ufficiale alla presenza delle Autorità (sotto la photogallery).

Alla cerimonia erano presenti, oltre a Giacinto Delpero, presidente della società “Carosello” che ha realizzato l’opera investendo più di 15 milioni di euro, il presidente della provincia di Trento Ugo Rossi, gli assessori della provincia di Trento, Michele Dallapiccola (assessore al turismo) e Carlo Daldoss (assessore all’urbanistica), i sindaci di Vermiglio, Anna Panizza, e Ponte di Legno, Aurelia Sandrini, il senatore Franco Panizza, il presidente di Adamello Ski, Michele Bertolini e don Enrico, parroco di Vermiglio.

Il presidente della Carosello, Giacinto Delpero ha snocciolato i dati tecnici del nuovo impianto, che sarà ultimato con la nuova capanna Presena alla stazione intermedia e un bar alla stazione di arrivo. “I lavori - ha anticipato il presidente Delpero – saranno ultimati quest’estate, ma già nel 2015 abbiamo fatto uno sforzo enorme permettendo il funzionamento regolare della cabinovia per questa stagione invernale“.

Sono poi intervenuti gli assessori provinciali Dallapiccola e Daldoss che hanno rimarcato l’importanza del nuovo impianto per il turismo e anche per un riassetto ambientale del Ghiacciaio. Il sindaco di Vermiglio ha inoltre ribadito l’impegno per “una valorizzazione del nostro territorio e l’attrattiva di questo nuovo impianto ci farà compiere un salto di qualità“.

Il presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi, ha ricordato gli impegni presi dall’Ente, in un’ottica di ampliamento e di sviluppo turistico e anche culturale: “Qui si è combattuta la Prima Guerra Mondiale e qui oggi è un luogo di ritrovo e di visite da parte di fratelli oltre confine“.

Il nostro impegno – ha aggiunto Rossi - va anche in un periodo di ristrettezze nell’ottica di investimenti sul turismo e questo ne è una riprova. Dalla crisi si può uscire, anzi dire basta pronunciare questa parola, puntiamo ad un vero rilancio del turismo anche nella stagione estiva“.

Il senatore Franco Panizza ha invece rimarcato il simbolo di questo luogo “sia per il turismo sia in chiave culturale sui percorsi della Grande Guerra“. Prima del taglio del nastro c’è stata la benedizione da parte del parroco don Enrico. Il taglio del nastro ha dato il sigillo al nuovo impianto che rappresenta uno dei nuovi gioielli delle Alpi.

450MILA PASSAGGI FINO AD OGGI
Ha una portata oraria di 1500 persone e dallo scorso 28 novembre ha già fatto registrare 450.000 passaggi. Parliamo della telecabinovia Presena, realizzata dalla società Carosello Tonale, inaugurata oggi alla presenza di molte autorità fra cui il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi, gli assessori Michele Dallapiccola e Carlo Daldoss, il vicepresidente di Trentino Sviluppo Fulvio Rigotti, il senatore Franco Panizza.

La nuova cabinovia, ad 8 posti, che ha sostituito la seggiovia Paradiso-Presena, supera gli oltre 400 metri di dislivello, da Passo Paradiso (2585 m.) a Passo Presena (3.000 m.) in 6 minuti, per una lunghezza complessiva di circa 7 chilometri, con una stazione intermedia. Un gioiello di tecnologia al servizio del turismo trentino, dunque, non solo invernale ma anche estivo, che completa lo sforzo di rinnovamento degli impianti della Carosello Tonale. 18 le imprese coinvolte, di cui 16 trentine.

Un’opera importante – ha sottolineato il presidente Rossi, da sempre un sostenitore del progetto – che dimostra come unendo le forze e credendoci veramente si possano raggiungere risultati ambiziosi, ma anche che oggi si può investire in impianti come questo valorizzando al tempo stesso l’ambiente. Quando terminerà la rimozione dei vecchi impianti e saranno state completate le opere accessorie tutto questo sarà ancora più evidente. La nuova telecabinovia serve il comprensorio del Tonale, la valle di Sole ma più in generale tutto il sistema trentino, e lo farà ancora di più mettendo a frutto le opportune sinergie, ad esempio con la Fondazione Caduti dell’Adamello. Il resto spetta alla comunità. Mi sento anche di aggiungere, oggi, che finalmente possiamo cominciare a smettere di pronunciare la parola crisi, se tutti crediamo in quello che il Trentino sta facendo. Dobbiamo crederci noi, innanzitutto, e poi trasmettere la nostra fiducia all’esterno“.

Si respirava davvero un clima positivo stamani a passo Tonale, dove si è svolta la simbolica inaugurazione della nuova telecabina, a cui si aggiungerà anche un nuovo rifugio e un punto di ristorazione. La mattina è iniziata con un ritrovo a 3.000, nella stazione a monte dell’infrastruttura, che consente di abbracciare con uno sguardo un panorama maestoso, sull’uno e l’altro versante del crinale montuoso, oggi solo parzialmente occultato dalle nuvole. Successivamente, ci si è spostati a passo Paradiso, per il taglio del nastro e la tradizionale benedizione dell’impianto. La cabinovia è stata aperta già nel novembre scorso, “e quando sono venito a visitarla – ha detto ancora Rossi – ho capito che cosa possa avere significato realizzare un’opera del genere quassù. Un grazie quindi a chi l’ha costruita, a chi ci ha creduto, ma anche a Trentino Sviluppo che ci ha messo competenza e risorse, e a Trentino Marketing che ci aiuta a farla conoscere“.

Per il sindaco di Vermiglio Anna Panizzaquesto è davvero un giorno importante per tutta la comunità. Abbiamo fatto un passo avanti per lo sviluppo turistico di quest’area a 360 gradi, al servizio della stagione invernale ma anche di quella estiva, con i percorsi di trekking, i percorsi Grande Guerra e l’aiuto di questo formidabile panorama. I lavori sono stati portati a avanti in condizioni difficili ma i tempi sono stati rispettati e anche questo va sottolineato“.

Per l’assessore al turismo Dallapiccolala forza d’animo delle persone che hanno reso possibile questo progetto va a tutto vantaggio di uno sforzo complessivo che stiamo facendo nel riqualificare il Trentino nella sua interezza, valorizzando il paesaggio, le bellezze naturali, le vocazioni del territorio“, mentre l’assessore all’urbanistica Daldoss si è soffermato “sull’importanza di un intervento che completa di fatto la sostituzione di tutti gli impianti della Carosello Tonale. E’ questo dunque un punto di arrivo ma anche di partenza. Auspichiamo si confermi e si approfondisca l’unità di intenti fra Provincia, enti locali e altre località del circondario a partire da Ponte di Legno“.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136