QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Temù, valanga a Cima Calotta: coinvolto uno scialpinista, illeso

sabato, 2 maggio 2015

Ponte di Legno – Solo grande paura. Così si è chiusa fortunatamente l’esperienza in fuoripista di un ragazzo, in escursione solitaria sulla cima Calotta, rimasto coinvolto in una valanga. Il giovane è riuscito a evitare in tempo di essere colpito dalla valanga, sviluppatasi ai suoi piedi, ed è uscito illeso da questa brutta esperienza.

L’INTERVENTO
Intervento del Soccorso alpino nel primo pomeriggio di oggi a Ponte di Legno, in Alta Valle Camonica, nella zona della Calotta. Alcune persone hanno assistito a un distacco di neve e hanno segnalato la presenza dello scialpinista nei paraggi.soccorso alpino elisoccorso elicottero Intervento Gruppo del Cevedale

Sono subito partite le verifiche, con l’attivazione delle squadre di tecnici CNSAS della V Delegazione Bresciana, con le Stazioni di Edolo, di Ponte di Legno e di Media Valle, e il Sagf della Guardia di Finanza. Il tecnico di elisoccorso (T.E.) e l’Unità cinofila da soccorso in valanga (U.C.V.) hanno effettuato la bonifica, per escludere la presenza di persone sotto la neve. Sul posto anche l’elicottero. Il ritrovamento di alcuni reperti ha portato a estendere le ricerche ma è stato poi verificato che la persona coinvolta, rintracciata e identificata, non aveva riportato ferite.

IN VALBONDIONE…
Si è risolto con l’intervento dell’eliambulanza l’intervento di soccorso a un escursionista scivolato oggi pomeriggio, sabato 2 maggio 2015, nella zona del Pizzo Re Castello, in prossimità del canale Nord, nel territorio del Comune di Valbondione. L’uomo ha riportato una lussazione e alcune contusioni. Allertate anche le squadre di tecnici della VI Delegazione Orobica per il supporto all’elicottero. La persona ferita è stata portata in ospedale a Piario.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136