QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Temù, il sindaco Menici sulla piazza negata alla Lega Nord: “Ho fatto solo il mio dovere”

sabato, 29 agosto 2015

Temù – Sulla vicenda dei profughi e la querelle scatenatasi tra Lega nord e primo cittadino di Temù sulla manifestazione di oggi, si è voluto esprimere il sindaco di Temù Roberto Menici, investito ieri dalle polemiche dopo l’ordinanza anti-presidio della Lega Nord (Nella foto sotto).

L’ordinanza sindacale n.7 di ieri vieta di fatto all’interno del centro abitato, nella zona antistante il municipio e la Statale 42, lo svolgimento di manifestazioni prive di finalità turistica fino al 30 settembre.

Perché la manifestazione è stata spostata?

“Siamo un paese che vive di turismo, a Temù tutti sono ospiti roberto menicigraditi, anche gli amici leghisti, ma senza disturbare le attività commerciali della piazza e i turisti. Io ho fatto solo il mio dovere salvaguardando gli interessi della mia comunità. Quindi massima libertà di manifestare a Temù ma senza disturbare turisti ed attività economiche”.

La soluzione è stata quindi spostare il luogo delle protesta?

“La manifestazione della Lega Nord è stata spostata presso la partenza degli impianti quale soluzione alternativa proposta da me al Prefetto. L’onorevole Caparini ha dovuto adeguarsi alla mia proposta. In piazza essendo in vigore e legittima la mia ordinanza non si possono svolgere quel tipo di manifestazioni. Pur scomodando la Costituzione non è riuscito ad utilizzare per i suoi fini la piazza di Temù mettendo in crisi le attività commerciali”.

La Lega Nord aveva però chiesto l’autorizzazione a Questura e Prefettura per la manifestazione?

“La manifestazione autorizzata si svolgerà esclusivamente nel parcheggio presso la partenza degli impianti. La Questura non ha mai autorizzato la manifestazione in piazza, ha autorizzato solo nella giornata di ieri (venerdì 28 ndr.) pomeriggio la manifestazione presso il parcheggio degli impianti”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136