QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Temù: i siti e luoghi della Prima Guerra mondiale vanno valorizzati. Presentato un progetto di legge in Regione

giovedì, 24 ottobre 2013

Temù - E’ stato illustrato oggi a Palazzo Pirelli a Milano il progetto di legge presentato da Lega Nord e FLI riguardante le celebrazioni per il centesimo anniversario della Prima Guerra Mondiale. Primo firmatario del progetto è il consigliere regionale del Carroccio Donatella Martinazzoli, che dichiara: “Nell’anno della ricorrenza dell’inizio della Grande Guerra è importante ripercorrere e ricordare tutti gli avvenimenti che hanno segnato la vita delle popolazioni lombarde impegnate nel conflitto, dal 1914 al 1919, quindi anche negli anni immediatamente precedenti e successivi alla guerra. Con questa proposta di legge si vuole da un lato tributare un doveroso ricordo a tutte le vittime, salvaguardando nel contempo tutti quei luoghi teatro dell’evento bellico. Anche nell’obiettivo di perseguire la crescita della cultura della pace, Regione Lombardia sostiene, con la presente legge, tutte quelle eccellenze museali presenti sul territorio regionale”.Adamello2011 093_ANA

L’ADAMELLO

“Ricordo inoltre che in Lombardia il più importante fronte della prima guerra mondiale fu la linea dell’Adamello e che il confine tra Valcamonica e Trentino è stato il principale teatro di guerra nella nostra regione, come possono apprendere i visitatori del Museo della Guerra Bianca, situato a Temù. Conclude Donatella Martinazzoli: “Un Comitato scientifico fornirà la propria consulenza per definire gli obiettivi, le priorità, i criteri e i modelli di interventi in materia di conservazione e valorizzazione del patrimonio diffuso in Lombardia, nonché l’individuazione dei beni immobili di particolare interesse che insistono sul territorio lombardo.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136