QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Temù e Casasco d’Intelvi, rinnovato il legame con l’evento “L’Alpino Ritorna”. Il programma di domenica

martedì, 28 giugno 2016

Casasco Intelvi – Ponte tra Temù e Casasco Intelvi. Il prossimo 3 luglio a Casasco d’Intelvi (Como) avverrà il momento conclusivo dell’evento “L’Alpino Ritorna” che si svolgerà durante il tradizionale raduno zonale ANA in commemorazione al Battaglione degli Alpini Val d’Intelvi, unico reparto del Regio Esercito a portare il nome di una località lariana.

La commemorazione in ricordo del centenario sacrificio del Battaglione, avvenuto durante la battaglia dei  ghiacciai combattuta nell’Aprile 1916 sui ghiacciai dell’Adamello, che ha visto protagonista il battaglione inopinatamente mandato all’attacco in condizioni di estrema inferiorità lasciando sul terreno numerosissimi caduti.locandina raduno Intelvi-Temù01

Il nome dato all’evento “L’Alpino ritorna” è emblematico e pone l’accento sull’immagine dall’alto valore simbolico e morale della figura dell’alpino, rappresentato nella replica del monumento che verrà inaugurata domenica 3 Luglio (clicca sulla locandina per ingrandire), il cui originale si trova a Temù nella nuova piazza antistante il Museo della Guerra Bianca, inaugurato il 30 aprile scorso.

L’originale del monumento e la replica dello stesso, opera dell’artista camuno Edoardo Nonelli, raggruppano ed uniscono idealmente tutti coloro che sono partiti e dopo così tanto tempo ritornano, dopo la tragedia, a casa.

La Valle Camonica e la Valle d’Intelvi si uniscono così, per non dimenticare, non solo per questione toponomastiche, ma per un forte sentimento comune di rispetto verso tutti coloro che in queste tristi circostanze si sacrificarono per la loro Patria. E domenica ci sarà l’abbraccio tra le due valli, con la presenza di autorità bresciane e comasche.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136