QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

“Supertruna” ha conquistato Vezza d’Oglio: un’esperienza particolare in Alta Valle Camonica

lunedì, 15 febbraio 2016

Vezza d’Oglio – L’Associazione Protezione Civile Paracadutisti Lombardia Onlus ha proposto nel weekend appena trascorso un’avventurosa esperienza dedicata ai diversamente abili di diverse associazioni di volontariato, quella della “truna”: costruire un rifugio protetto all’interno della neve entro la quale potervi trascorrere la notte in caso di emergenza. In un clima tipicamente invernale, freddo con sole il sabato e neve nella giornata di ieri. (Nelle foto i momenti più significativi di “Supertruna” 2016).

 


I partecipanti (delle cooperative sociali di ragazzi diversamente abili) erano una trentina, 5 di loro hanno dormito in truna con un educatore/tutore che li accompagnava e un operatore di protezione civile, mentre gli altri volontari hanno supervisionato la nottata dall’esterno.

Essendoci neve è stato possibile realizzare 5 trune nelle quali i ragazzi hanno dormito da mezzanotte fino alle 6.30 del mattino successivo. Durante le due giornate sono stati coinvolti tutti i ragazzi delle Cooperative Sociali (coi loro accompagnatori/educatori) facendo loro vedere come si costruisce una truna e come si montano le tende di protezione civile, facendo entrare a turno tutti loro per provare la sensazione di come ci si muove quando si è in situazione di emergenza in montagna. Inoltre i partecipanti sono stati tutti ospitati (volontari, ragazzi e educatori) la sera dal Rifugio Alla Cascata (Val Paghera) che ha oltretutto fatto vivere un ulteriore momento felice con una giro in motoslitta.

L’ESPERIENZA

L’iniziativa ha voluto essere un’esperienza emozionante da trascorrere in compagnia, con lo spirito di affrontare nuove sfide adatte anche a chi, per condizioni fisiche e/o psicologiche, non potrebbe realizzarle in completa autonomia oltre che quella di sensibilizzare i giovani alla conoscenza e alla cura del territorio montano, in particolar modo di quello dove verrà svolta l’attività, appunto quello lombardo. Questo evento ha visto la sinergia positiva tra istituzioni ed associazioni: Paracadutisti Lombardia ha infatti avuto il sostegno e l’importante collaborazione del Comune di Vezza d’Oglio e del Consiglio Regionale della Lombardia che hanno concesso il patrocinio all’iniziativa.

La manifestazione si è conclusa, in presenza delle autorità civili e militari locali, con la Cerimonia dell’Alzabandiera nella mattinata di ieri a Vezza d’Oglio, allo scopo di simboleggiare il concetto di patria, di solidarietà e di unità. Erano presenti tra gli altri il sindaco Giovanmaria Rizzi, il consigliere regionale Donatella Martinazzoli, i carabinieri, vigili del fuoco e le associazioni, in particolare il gruppo alpini. La manifestazione, patrocinata dal Comune di Vezza d’Oglio e Consiglio Regionale della Lombardia, ha visto attività in collaborazione coi educatori delle associazioni Cooperative Il Cardo, Arcobaleno, Pia Fondazione, Il Solco Camunia, Azzurra Onlus e Spazio Autismo.

LE ASSOCIAZIONI

Protezione Civile Paracadutisti Lombardia è un’associazione iscritta all’Albo del Volontariato di Protezione Civile della Regione Lombardia e fa parte del Comitato di Coordinamento delle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile della Provincia di Milano (CCV-MI). L’organizzazione è attiva nei settori della Ricerca Dispersi e della Formazione ed è anche costantemente impegnata nella lotta alla violenza di genere.

Il Cardo è una impresa cooperativa sociale che vuole contribuire a rendere la sua comunità territoriale capace di cura e accompagnamento delle diversità. Costituita nel 1988 la cooperativa sociale “Il Cardo” è la prima cooperativa sociale nata a Edolo e opera principalmente nella sua comunità e sul territorio della media-alta Valcamonica. Questo territorio è un punto di riferimento, risorsa, luogo costantemente dove le persone che lavorano in cooperativa cercano di scoprire le competenze delle persone che lo abitano per creare insieme una rete di fiducia e sicurezza. www.ilcardo.it

La Cooperativa Arcobaleno è stata fondata nel 1986 a Breno, lo scopo della Cooperativa è quello di creare Servizi di supporto a persone in difficoltà: disabili, minori e anziani. La gestione dei servizi è affidata a quattro Aree di Servizio: Disabili, Famiglia e Minori, Anziani, Progettazione. Arcobaleno partecipa e promuove il confronto, favorendo scambi di competenze e informazioni, integrando la propria offerta con altre realtà al fine di sensibilizzare una consapevolezza partecipata circa le problematiche delle persone fragili e aumentando la propria riconoscibilità sul territorio. www.cooparcobaleno.com

Pia Fondazione della Valcamonica tra le diverse attività di sostegno prevede il Centro Diurno per Persone Disabili, un servizio diurno semiresidenziale con autorizzazione e accreditamento regionale, sottoposto al servizio di vigilanza e controllo dell’ASL Vallecamonica-Sebino. Il Centro accoglie persone adulte e non con disabilità psico-fisica. www.piafondazione-vallecamonica.it

Sol.Co. Camunia – Solidarietà e Cooperazione – Società cooperativa sociale consortile ONLUS è una impresa privata finalizzata al perseguimento degli interessi generali della comunità, alla promozione umana ed all’integrazione sociale dei cittadini. Le Cooperative del Sol.Co. Camunia hanno il loro nucleo portante nell’essere appartenenti al territorio della Vallecamonica e di essere quindi vicine alle problematiche della comunità, di sentirne i bisogni, di avere collegamenti con il volontariato locale, di essere un interlocutore privilegiato per le amministrazioni e le aziende e di garantire continuità nei rapporti destinando le proprie risorse al perseguimento degli scopi sociali, il servizio alla persona e l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. www.solcocamunia.it

Azzurra Società Cooperativa Sociale ONLUS nasce a Darfo Boario Terme nel 1983, dall’incontro di operatori sociali ed alcuni genitori di persone con disabilità che percepivano il bisogno di rispondere in maniera più strutturata alle esigenze dei loro famigliari. Nel corso di oltre 30 anni la Cooperativa Azzurra ha avuto modo di occuparsi di persone con disabilità e di sostenere i loro familiari attraverso progetti destinati a migliorare la qualità della vita. www.azzurracoop.org


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136