QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Statale 42 del Tonale, Martinazzoli: “Servono fondi per lo svincolo di Toroselle a Esine”

lunedì, 31 luglio 2017

Esine – “Inserire l’intervento di realizzazione per lo svincolo “Toroselle” nella programmazione delle infrastrutture viabilistiche della Valcamonica tramite specifico accordo di programma, affinché siano stanziate le risorse finanziarie necessarie a sostenere i costi per la realizzazione di tale opera, attingendo ai residui delle risorse stanziate nel “Patto per Ia Lombardia”“.

martinazzoli 1Lo prevede un Ordine del giorno all’assestamento al bilancio regionale 2017-2019 presentato dal Consigliere della Lega Nord Donatella Martinazzoli che spiega: “col passare degli anni I’aumento del volume di traffico dovuto alla costante e progressive urbanizzazione, al costante aumento dell’attività economica e all’incremento del movimento turistico, hanno portato alla luce l’incapacità dell’arteria in questione di sostenere elevati volumi di traffico. La viabilità esistente che collega le frazioni di Plemo e Sacca con gli svincoii della SS42, ossia lo svincolo di Esine verso nord e di Darfo verso sud, non ha i requisiti geometrici idonei per il transito dei mezzi pesanti che gravitano sull’area artigianale posta fra le due frazioni; un disagio avvertito non solo dai residenti ma anche e soprattutto dagli operatori delle aree produttive, in quanto le loro attività sono fortemente limitate della problematicità di transito dei mezzi di medie e grosse dimensioni destinati al trasporto delle materie prime e prodotti finiti”.

Il comune di Esine – continua Martinazzoli – ha predisposto un progetto di realizzazione per lo svincolo “Toroselle”, gia sottoposto ad ANAS con parere favorevole, da realizzare nei pressi della frazione Sacca il cui costo è stimato in 750.000 euro. Con la realizzazione del nuovo svincolo il comune di Esine intende incentivare ed agevolare gli sviluppi urbanistici previsti nel PGT vigente, facilitando l’accessibilita alle frazioni Sacca e Plemo agli automezzi di servizio alle realtà produttive, migliorando contestualmente le condizioni di vivibilità della popolazione residente nei due centri urbani oltre a migliorare Ia viabilità di collegamento con i comuni limitrofi”.

“L’intervento in questione – conclude l’esponente del carroccio – diventa quindi estremamente importante per lo sviluppo economico e la decongestione del traffico veicolare e migliorerà Ia vivibilità del centri abitati delle frazioni Sacca e Plemo, sia in termini di incremento della sicurezza stradale che di riduzione dell’impatto ambientale“.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136