QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Spending review, il Governo toglie 45 milioni di euro alla Provincia di Brescia. Caparini: “Ladrocinio senza fine”

giovedì, 1 giugno 2017

Edolo – “Puntualmente il 31 maggio, giorno della scadenza per i versamenti, il governo torna a batter cassa nei confronti di province e città metropolitane presentando un conto salatissimo.”

Lo evidenzia Davide Caparini, parlamentare della Lega Nord e Segretario di Presidenza della Camera dei Deputati. ”Con un comunicato – spiega il deputato bresciano – la Direzione centrale della finanza locale del Viminale ha fatto il punto su quanto dovuto da Province e Città metropolitane a titolo di concorso al contenimento della spesa pubblica per il 2017, previsto dalla manovra 2015 varata dal governo Renzi Un contributo che per la sola provincia di Brescia vale quasi 46 milioni di euro.

caparini 1La Direzione centrale della finanza locale del Viminale – continua Caparini –  ricorda che il versamento va effettuato entro il 31 maggio di ciascun anno e che in caso di mancato versamento del contributo alla finanza pubblica sarà l’Agenzia delle entrate a provvedere al recupero delle somme nei confronti delle province e delle città metropolitane inadempienti, trattenendo prima i versamenti dell’imposta sulla RC Auto, poi, in caso di incapienza, si passerà all’imposta provinciale di trascrizione.

Siamo di fronte – conclude il parlamentare del Carroccio - ad un ladrocinio senza fine ai danni degli enti locali messo in atto dai governi non eletti del PD. Un ladrocinio iniziato con Monti e proseguito con Letta, Renzi e Gentiloni e a cui solo la Lega Nord al governo potrà porre fine“.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136