QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Spaccio e resistenza a Pubblico Ufficiale, due arresti dei carabinieri a Esine e Cerveno

venerdì, 13 gennaio 2017

Esine – Spaccio in Valle Camonica, i militari di Esine (Brescia) arrestano un albanese. A Cerveno un secondo arresto per resistenza.

ARRESTO A ESINE
I carabinieri della stazione di Esine, nel corso di servizio teso a contrastare lo spaccio delle sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto un cittadino albanese 29enne, residente in Esine, disoccupato, trovato in possesso di circa 20 grammi di “cocaina” e 790 grammi di “marijuana”. All’atto del controllo, avvenuto in orario notturno, il predetto ha cercato invano di disfarsi di alcune dosi di sostanza stupefacente già confezionate e pronte per la cessione ma è stato prontamente bloccato dai militari operanti che hanno rinvenuto, a seguito di perquisizione locale, ulteriore stupefacente unitamente ad un bilancino elettronico di precisione nonché materiale idoneo al confezionamento della sostanza.

L’arresto è stato convalidato dal Gip di Brescia che ha disposto la misCarabinieri Esine0ura cautelare degli arresti domiciliari in attesa del processo.

ALTRO BLITZ A CERVENO 

I militari della stazione di Capo di Ponte (Brescia) hanno tratto in arresto un cittadino italiano 19enne, residente a Niardo, operaio, per resistenza a Pubblico Ufficiale. Lo stesso, nel corso della serata, mentre si trovava alla guida della propria autovettura, ha omesso di fermarsi all’alt imposto dai militari che stavano effettuando un posto di controllo a Cerveno, dirigendo il mezzo contro gli operanti che erano costretti a spostarsi lateralmente. Dopo alcuni metri, il veicolo si è fermato e gli occupanti sono stati bloccati ed identificati. Nella circostanza, i militari hanno rinvenuto due involucri contenenti modica quantità di sostanza stupefacente, “marijuana”. A seguito di accertamenti, è emerso inoltre che il conducente del veicolo si era posto alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e pertanto è stato sanzionato ai sensi dell’art.187 C.d.S..

L’arresto è stato convalidato dalla competente Autorità Giudiziaria che, a conclusione del rito direttissimo, ha condannato il giovane alla pena di mesi 6 giorni 20 di reclusione – pena sospesa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136