QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Sonico: incendio in abitazione, due anziani intossicati finiscono in ospedale

sabato, 29 ottobre 2016

Sonico – Salvate due persone anziane a Garda di Sonico (Brescia), intossicate dal monossido di carbonio per il fumo che aveva saturato il loro appartamento.

Nel tardo pomeriggio un incendio è divampato in un’abitazione in via Mazzini, forse per il difettoso funzionamento della canna fumaria, e sul posto sono giunti il sindaco di Sonico, Gian Battista Pasquini, i vigili del fuoco del distaccamento di Edolo e due automediche del 118 dagli ospedali di Edolo ed Esine.

Vigili del fuoco

I vigili del fuoco di Edolo sono giunti con due squadre e tre mezzi, di cui uno di piccole dimensioni, per poter raggiungere la zona, hanno domato l’incendio e la coppia di anziani - attorno ai 70 anni – residenti nel Milanese, che nei fine settimana e durante il periodo delle vacanze natalizie ed estive frequentano il paese camuno, sono stati trasportati all’ospedale di Esine per accertamenti. Non sono in pericolo di vita, ma sono stati trattenuti sotto osservazione.

I carabinieri di Edolo e Cedegolo hanno effettuato le indagini con la ricostruzione di quanto accaduto, mentre i vigili del fuoco di Edolo hanno compiuto una ricognizione dell’abitazione che è stata dichiarata inagibile.

La causa più probabile è il difettoso funzionamento della canna fumaria: la coppia ha raggiunto oggi l’abitazione e poco dopo è divampato l’incendio. I danni sono limitati all’incendio del tetto. Le conseguenze potevano essere ben più gravi e la tempestiva segnalazione con l’intervento dei  soccorritori ha evitato il peggio per i coniugi e anche le abitazioni vicine.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136