QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Sonico, il 2017 l’anno della rinascita per la Cotonella. A breve i progetti della nuova sede

martedì, 3 gennaio 2017

Sonico – L’amministrazione comunale di Sonico (Brescia) è pronto a far la sua parte per la ricostruzione della sede della Cotonella dopo l’incendio di fine novembre. Il sindaco Gian Battista Pasquini ha già incontrato i manager e il titolare dell’azienda per definire i tempi e le modalità di presentazione del progetto di ricostruzione dell’azienda. “Dopo l’incendio che ha distrutto la sede della Cotonella – spiega il sindaco Gian Battista Pasquini – l’intera comunità di Sonico e della Valle Camonica si è stretta attorno alla famiglia Zannier e adesso è il momento dell’intervento”.

sonico-cotonella-1

Il sindaco di Sonico, Gian Battista Pasquini, si è prodigato per trovare soluzioni per una sede provvisoria della Cotonella in uno dei capannoni dell’area industriale, mentre i tecnici del Comune e i manager della Cotonella stanno discutendo del progetto. Entro un mese e mezzo potrebbe essere definito quello esecutivo e ottenere i permessi per la ricostruzione. Il cantiere potrebbe essere aperto entro la primavera. “Siamo soddisfatti che la famiglia Zannier – dice il sindaco – abbia deciso rimanere nella location di Sonico”.

I titolari della Cotonella sono stati pubblicamente elogiati in un recente intervento del sindaco di Edolo, Luca Masneri: “Quando è scoppiato l’incendio i titolari della Cotonella sono corsi a recuperare il server dell’azienda e questo è un segno della laboriosità della famiglia Zannier a cui deve essere rivolto il nostro ringraziamento”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136