QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Sonico: esercitazione di Protezione Civile e simulazione dell’evacuazione nella frazione Rino

venerdì, 10 aprile 2015

Sonico – Volontari, esperti, vigili del fuoco e amministratori locali si sono ritrovati ieri sera per pianificare l’esercitazione di Protezione Civile che si terrà domani nella frazione Rino di Sonico (Brescia). Durante l’assemblea il sindaco Gian Battista Pasquini ha illustrato l’iniziativa in una delle zone più colpite dalle alluvioni degli ultimi anni e invitato la popolazione a “partecipare attivamente”.

Domani (sabato 11 aprile ndr.) si terrà una prova generale dell’allarme alluvione con simulazione di interventi nell’abitato di Rino a Sonico, l’attivazione di movimenti significativi della frana Pal, e – secondo sonico emergenzaquanto comunicato nell’assemblea di ieri sera dal sindaco e dagli organizzatori dell’evacuazione – alle 10.30 suonerà la sirena installata sulle ex scuole elementari di Rino e tutti i residenti della frazione di Sonico dovranno lasciare le loro case.

“E’ una prova generale – ha detto il primo cittadino – speriamo che non ce ne sia mai bisogno”. Infatti il pericolo chiamato Val Rabbia incombe e la sirena installata dopo l’alluvione del luglio 2012 non ha mai suonato.  Quella di domani sarà una mega esercitazione di evacuazione organizzata dall’Amministrazione comunale e dalla Protezione civile di Sonico.

L’esercitazione dal titolo: “Simulazione di prova generale di evacuazione abitato di Rino“.

IL PROGRAMMA 

Alle 10 dell’11 aprile con inizio sarà istituita l’Unità di Crisi Locale presso il municipio di Sonico. Alle 10.30 simulazione con conseguente prova di evacuazione, alle 11.30 chiusura dell’esercitazione e chiusura dell’Unità di Crisi Locale. Alle 11.45 nelle ex scuole di Rino gli interventi e il saluto delle autorità. Saranno presenti amministratori locali e regionali e responsabili della Protezione Civile e dei vigili del fuoco.

L’obiettivo dell’intervento sarà quello di verificare il modello di evacuazione previsto nel Piano di Emergenza per eventi naturali e l’esercitazione – secondo il sindaco Gian Battista Pasquini – “è non farsi trovare impreparati in caso di calamità naturale”. A Sonico sono state investite risorse per sviluppare un sistema di monitoraggio capace di mettere in allerta, cittadini, enti competenti  e avviare tempestivamente la macchina dei soccor

sonico ponte rinosi per prevenire ogni possibile conseguenza. Nella giornata di domani verranno comunicati i vari segnali in caso di calamità e quali comportamenti adottare.

Oltre ai volontari di Protezione Civile, ai vigili del fuoco dei Edolo e Darfo Boario Terme, agli amministratori locali, al sindaco Gian Battista Pasquini, sarà presente l’assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del Suolo Viviana Beccalossi (Nella foto di apertura accanto al sindaco di Sonico, Pasquini).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136