QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Dopo l’incontro tra Anas, Provincia e Comuni, ecco tutti i progetti per l’Alta Valle Camonica

giovedì, 11 maggio 2017

Sonico – Sindaci, presidente della Provincia e dirigenti Anas proseguiranno il confronto avviato ieri nella conferenza di Sonico (Brescia) sui singoli progetti nelle prossime settimane. Il piano straordinario sulla statale 42 del Tonale e la statale 39 di Aprica cambieranno volto all’Alta Valle Camonica. Il presidente della Provincia di Brescia, Pierluigi Mottinelli, sostiene che i progetti messi in campo nei diversi Comuni sono fondamentali per migliorare la viabilità. Gli amministratori locali presenti all’incontro si sono detti soddisfatti e l’assessore della Comunità Montana Valle Camonica, Fabio De Pedro, ribadisce “sono state riconfermate tutte le opere discusse lo scorso anno con l’ingegner Ferrara”. Clicca qui per le rassicurazioni date sul viadotto sul Narcanello a Ponte di Legno.

ECCO GLI INTERVENTI PREVISTI

Sonico - Sarà realizzata una rotatoria nella zona dei centri commerciali, al confine tra Sonico ed Edolo. Il costo è di 400mila euro. La Provincia – nell’accordo sottoscritto due mesi fa tra il presidente Pierluigi Mottinelli e il sindaco Gian Battista Pasquini – ha stanziato 75mila euro per la fase progettuale. L’obiettivo è arrivare entro l’anno o a inizio 2018 con il progetto definitivo, poi avviare l’iter dell’appalto.

Edolo - Tre sono gli interventi previsti sul territorio comunale: il primo è l’allargamento della vecchia galleria dopo il ponte sull’Oglio in direzione Alta Valle Camonica, il secondo è la variante della statale 42 del Tonale e la terza è la variante della statale 39 di Aprica. La prima opera – con un costo attorno ai 2.5 milioni – è ritenuta prioritaria dagli amministratori locali per liberare il traffico in una zona nevralgica del paese. La fase progettuale è avanzata e presto ci sarà un incontro sull’argomento nella sede milanese di Anas.

galleria Edolo

Corteno Golgi – La variante della statale 39 è ritenuta fondamentale dagli amministratori di Corteno Golgi e lo ha ribadito ieri il vicesindaco Giuseppino Lippi nell’incontro con Provincia e Anas.

Incudine – La rotonda all’ingresso in paese – come illustrato dal sindaco Bruno Serini ai dirigenti Anas –  è importante per migliorare la sicurezza nel paese camuno. Il costo dell’opera è attorno ai 700mila euro, ora il Comune è nella fase della definizione del progetto. La Provincia si è già detta disponibile a stanziare risorse per la fase progettuale.

Vione – Lo svincolo tra la statale 42 e il collegamento con la strada che porta agli impianti di risalita di Temù – costo 575 mila euro – è inserito nel piano dell’Anas. Anche qui grande attenzione sull’opera da parte della Provincia.

I dirigenti Anas – Vurro e Bosio – si sono detti disponibili a trovare soluzioni a tutti i problemi “con però un’attenta programmazione”. Il tutto è legato alla disponibilità di risorse, il pacchetto Lombardia prevede oltre 60 milioni di euro per la Valle Camonica e alle richieste avanzate.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136