QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Sonico, Anas e Provincia svelano il piano-viabilità in Alta Valle Camonica: “Criticità da eliminare”

mercoledì, 10 maggio 2017

Sonico – Un piano strategico per la viabilità in Alta Valle Camonica. La visita del responsabile della divisione Anas Nord Ovest, ingegner Dino Vurro, e dell’ingegner Marco Bosio,sempre di Anas,  accompagnati dal presidente della Provincia di Brescia, Pierluigi Mottinelli, è stata l’occasione per tracciare un quadro delle opere necessarie per migliorare la viabilità in Valle Camonica e indicare le priorità.

I dirigenti Anas e il presidente della Provincia Mottinelli, con accanto i sindaci di Sonico (Gian Battista Pasquini), Vezza d’Oglio (Giovan Maria Rizzi), Vione (Mauro Testini), Incudine (Bruno Serini), i vice sindaci di Edolo (Piergiacomo Calvi) e Corteno Golgi (Giuseppino Lippi) e l’assessore della Comunità Montana Valle Camonica, Fabio De Pedro, hanno illustrato durante la conferenza stampa che si è svolta al municipio di Sonico le opere che saranno progettate e messe in cantiere nei prossimi anni. (Nella foto il presidente Mottinelli al centro tra i due dirigenti Anas).Mottinelli e dirigenti Anas a Sonico

I dirigenti Anas hanno confermato il piano per l’Alta Valle Camonica, con la variante di Edolo, il costo è superiore ai 60 milioni di euro, l’intervento sulla galleria di Edolo (2,5 milioni), la rotonda di Sonico (475 mila euro), la variante statale 39 di Aprica, lo svincolo di Vione (575mila euro) . “L’obiettivo – ha sottolineato Pierluigi Mottinelli – è migliorare la viabilità in Alta Valle, eliminando le criticità”. I dirigenti Anas hanno preso atto delle necessità e confermato il piano delle opere con la scansione degli interventi su Edolo (allargamento della vecchia galleria) e la rotonda di Sonico, seguiranno le altre opere. Il vice sindaco di Corteno ha insistito sulla variante della statale 39. I dirigenti Anas hanno preso atto delle necessità delle singole comunità.

galleria Edolo

La novità dell’incontro – rispetto alle proposte avanzate negli scorsi mesi – è la richiesta del sindaco di Vezza d’Oglio e presidente dell’Unione dei Comuni dell’Alta Valle di realizzare la variante di Vezza d’Oglio. Un  progetto importante – ha ribadito Rizzi – perché eliminerebbe il traffico del centro storico. L’Anas ha preso atto e darà risposta – su questa specifica richiesta – nei prossimi incontri.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136