QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Sonico: al via le opere di regimazione del torrente Rabbia e fiume Oglio. I lavori affidati all’impresa Trentini

martedì, 29 settembre 2015

Sonico – Adesso si mette mano a una delle aree critiche del paese. E’ stato infatti aperto il cantiere per le opere idrauliche sul fiume Oglio, in particolare la regimazione della zona della frana Pal tra il torrente Rabbia e l’Oglio.

Sono infatti iniziati gli scavi delle opere di regimazione idraulica alla confluenza tra il torrente Val Rabbia e il fiume Oglio, con un costo di 764 mila euro. E’ prevista la messa in sicurezza del tratto di alveo che va dal ponte di Rino all’immissione nell’Oglio. L’aggiudicazione  dei lavori è avvenuta lunedì 21 settembre con la commissione che ha assegnato i lavori all’impresa F.lli Trentini di Corteno Golgi.

Il primo passo sarà quello di spostare i cavi dell’alta tensione di Terna, poi saranno realizzate le opefrana sonicore di difesa delle sponde e dell’alveo torrente: nel tratto finale verrà triplicato, per consentire una portata d’ acqua e detriti superiore, poi sarà addolcita la zona di confluenza tra il Rabbia e l’Oglio. Sulla confluenza tra i due corsi d’acqua verrà posizionata anche una protezione contro l’erosione in caso di colata detritica.

Un secondo intervento è previsto da parte della Comunità montana Valle Camonica con la sistemazione di un tratto di fiume che corre in parallelo alla statale 42. Qui sarà portato qualcosa come 580mila metri cubi di materiale e sarà allargata la sezione, creando difese spondali proprio verso la Statale. La Comunità Montana di Valle Camonica ha invece appaltato il suo intervento, che riguarderà principalmente il tratto di fiume verso Malonno, la scorsa settimana, per un totale di 3,4 milioni di euro. Anche in questo caso, una parte dei lavori era già iniziata, con il consorzio forestale che ha effettuato la pulizia dell’area e il disboscamento. I tempi di realizzazioni dipendono dal tempo e ottobre è sicuramente uno dei mesi critici dell’anno.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136