QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Smascherato dai carabinieri di Breno il piromane di Artogne

sabato, 16 novembre 2013

Piancogno – Brillante operazione dei carabinieri della compagnia di Breno, alle dipendenze del capitano Salvatore Malvaso che hanno smascherato il piromane di Artogne. Un pensionato, G.M.B., 73 anni, secondo quanto ricostruito dai militari ha dato fuoco alle 2.30 di mercoledì scorso ad un furgone e ad una vettura Smart ad Artogne nella notte di mercoledì. L’incendio sarebbe dei stato appiccato per dissensi tra parenti e le vetture che il 73enne  ha preso di mira sono quelli di alcuni familiari chePiromane1 risiedono in via Valeriana ad Artogne. I militari sono risaliti a lui grazie alle telecamere. Tra l’altro G.M.B è incappato in un normale controllo stradale durante il tragitto da Artogne a Piancogno. Così, secondo quanto ricostruito dai  carabinieri e dal capitano Salvatore Malvaso ci sono stati dei sospetti.

PERQUISIZIONE
I sospetti si sono rivelati fondati: durante la perquisizicarabinieri manetteone nella sua abitazione di Piancogno sono state rinvenute taniche di liquido infiammabile utilizzate per bruciare le auto e inneschi di carta. Il 73 enne è stato arrestato e i giudici del tribunale di Brescia hanno convalidato l’arresto con la misura cautelare dei domiciliari. Intanto i militari stanno indagando anche su un altro episodio accaduto lo scorso luglio: il 73 enne avrebbe cercato di incendiare la casa della sorella ad Artogne. In quell’occasione avrebbe tagliato i tubi del gas e posizionato una lampada alogena collegata ad un temporizzatore, fortunatamente bruciatosi prima di essere azionato. Le indagini proseguono e potrebbero esserci sviluppi a breve.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136