QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Simposio di pittura a Temù: cinque artisti stanno realizzando opere sulla Grande Guerra

venerdì, 24 luglio 2015

Temù – Il simposio di pittura che si sta svolgendo in questa settimana a Temù (Brescia) sta entrando nel vivo e le prime opere degli artisti stanno prendendo forma. L‘iniziativa è inserita nell’ambito delle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra e idealmente rappresenta la continuità del simposio di scultura lignea tenutosi a Temù per dieci edizioni e che aveva destato grande interesse tra i visitatori (Nelle foto le opere e gli artisti al lavoro, poi escursione sui luoghi della Grande Guerra e al Passo Paradiso).

Il simposio è coordinato dall’artista camuno Edoardo Nonelli, che ha riunito gli artisti Ermanno Poletti, Marco Odello, Bruno Gandola e Pierangelo Benetollo su uno dei temi più importanti del 2015: la Grande Guerra. Gli artisti sono stati chiamati a Temù per confrontarsi sul tema della “Grande Guerra Bianca” e per una settimana – sino a domenica 26 luglio – lavoreranno sui grandi pannelli messi a disposizione dalla organizzazione (dimensioni metri 2×1,60). Domenica sera, a chiusura dell’iniziativa, gli artisti presenteranno il loro lavoro.

Le opere realizzate verranno utilizzate come mostra itinerante in omaggio agli eventi della Grande Guerra. Ogni anno, sino al 2018 si aggiungeranno nuove opere, realizzando così la possibilità di una grande mostra d’arte a tema per la chiusura del centenario. “E’ uno degli eventi più importanti – spiega l’artista camuno Edoardo Nonelli – di quest’estate ed è legato a doppio filo con la Grande Guerra”. Gli artisti – in un momento di relax  - sono saliti al Passo Paradiso e sui luoghi della Grande Guerra, un motivo anche di ispirazione per il contesto dove è stata combattuta la prima Guerra mondiale.

 GLI ARTISTI

Ermanno Poletti: nasce a Villafranca di Verona il 4 agosto 1973, dopo il diploma all’Istituto Statale d’Arte di Guidizzolo si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Brera dove si diploma in Scultura nel 2005 e consegue le abilitazioni in discipline plastiche e in disegno e storia dell’arte.

Dal 2004 diventa assistente del prof. Bruno Gandola prima all’Accademia di Belle Arti di Brera, corso di tecniche murarie e dei materiali, e poi all’Università degli Studi di Milano, corso di restauro dei beni culturali.

Attualmente vive e lavora in provincia di  Mantova dove insegna discipline plastiche al Liceo Artistico Giulio Romano.

Marco Odello: nasce a Subiaco in provincia di Roma nel 1962, si è diplomato all’Istituto d’Arte Toschi di Parma. Ha completato la sua formazione all’Accademia di Belle Arti di Brera, frequentando inoltre il Corso Superiore d’Arte Sacra alla Scuola Beato Angelico di Milano.

Docente di discipline pittoriche nel Liceo Artistico Buniva di Pinerolo, vive e lavora a Ceretto di Costigliole Saluzzo. Dipinge dai primi anni Ottanta e ha partecipato a mostre personali e collettive in Piemonte e in Lombardia. Oltre alla pratica della pittura murale, è impegnato anche in interventi come regista e scenografo teatrale.

Odello è autore di composizioni grafiche e pittoriche di forte impatto plastico, in cui il segno, sicuro e costruttivo, e il colore, steso a velature con conseguenti puliture, abrasioni e increspature di materia, interagiscono insieme nella definizione di forme oggettuali riconoscibili, esaltate dal gioco dei contrasti luministici e accostate tra loro con gusto fantasioso e ricerca di effetti volutamente simbolici.

MOSTRE COLLETTIVE
2005 Zielpunkt: Artdepoo. Artdepoo Gallery, Tallinn
2005 Multyculture Center, Tallinn
2005 1965-2005 opere di uno Collezione privata. Vaal Galleria, Tallinn 2005 Indetity`s. Kunstihoone Gallery, Tallinn 2005 in bianco e nero. Kardla Culture Center, Estonia 2004 escursione. Mostra itinerante dell’Accademia estone delle arti.
Facoltà di Belle Arti.
Haapsalu City Gallery, Rapla Cultura Gallery, Narva City Gallery,
Kohtla-Jarve City Gallery, Defence Academy
2003 Anne regalo Дар. Invalid House Gallery, Tallinn
2003 Quadri di Estonian Academy of Arts. Kuressaare Culture Center,Estonia
2003 Pittura II. Johvi Artschool
2003 Still-life. Governo Kohtla- Jarve Città
Grafico del 2003. Hobusepea Gallery, Tallinn
2003 Viinistu Hotel, l’Estonia
2003 Il vuoto e dello spazio. Art Gallery Linea, Tallinn
2002 Mostra annuale di Pittura. Galleria 008, Tallinn
2002 Sfilata di Pittura. Estonian Acasemy di Arts Gallery, Tallinn

Bruno Gandola: nato a Milano l’1 marzo del 1940, figlio d’arte, il padre e gli zii sono apprezzati decoratori e stuccatori di origine comacina-intelvese. Nel 1966 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Brera, nella scuola di decorazione pittorica con Gianfilippo Usellini.

Lavora con il maestro F. Wildt al restauro dei marmi del Museo del Castello di Milano dove con Cesare Gariboldi (conservatore dei gessi della Gipsoteca dell’Accademia di Brera, esegue un calco in gesso sulla Pietà Rondanini di Michelangelo realizzandone 3 repliche, realizza le copie dei capitelli romanici della Chiesa di Santa Maria di Brera, cataloga e restaura i gessi della Gipsoteca. Negli anni della sua formazione ha frequentato gli studi di Bodini, Carpi, Manzù, Usellini.

Dal 1972 al 2007 insegna all’Accademia di Belle Arti di Brera, per 4 anni è direttore della scuola degli Artefici nella stessa accademia.

Dal 1997 al 2007 regge, a Brera, il corso di Tecniche Murarie e dei Materiali, stucchi, scagliola, affresco

Nel 1982 ha fondato, con la moglie Floriana Spalla, il Museo dello Stucco e della Scagliola Intelvese che ha sede a Cerano Intelvi (Como)

Insegnante, Fondatore e Direttore della Scuola di Decorazione Stucco e Scagliola della Comunità Montana Lario Intelvese (Como) dagli anni 1982 al 1985

Dal 1996 Ricopre l’incarico di Ispettore Onorario del Ministero dei Beni Ambientali e Artistici.
Attualmente è direttore artistico del restauro degli affreschi e stucchi del Duomo di Voghera
Ha diretto i restauri degli affreschi e stucchi della Parrocchiale di Socco (Como).

In Sovrintendeza collabora e ha collaborato con gli architetti Avagnina (Como), Ragusa (Piemonte e Cocconato), Bandera (Milano), Cecchi (Milano, Garegnano), Mazzali (Como), Rinaldi (Viboldone).
Per la fabbrica del Duomo ha collaborato con l’Ingegner Ferrari da Passano e con L’Ingenier Visconti.

Pierangelo Benetollo: nato a Sonico, in Valle Camonica, in provincia di Brescia, il 23 Luglio 1964. Diplomato al Liceo Artistico Statale di Lovere (Bergamo) nel 1982 si è successivamente laureato all’Accademia di Belle Arti di Brera, a Milano, nel 1987. Nel 1982 espone per la prima volta i suoi lavori

Seguono negli anni numerose partecipazioni a mostre collettive e concorsi nazionali dove ottiene premi e riconoscimenti, i più recenti dei quali sono: la realizzazione, quale vincitore del concorso di idee, del drappo del “Palio della Balestra” fra le città di Gubbio e Sansepolcro (Sansepolcro -AR- Settembre 2004); il Primo Premio al concorso “Breno si affresca e si decora” (Breno -Brescia- Dicembre 2004) la selezione alla Rassegna “La Cattedrale: Storia, Spiritualità, Arte” (Diocesi di Brescia – Dicembre e Gennaio 2005); il Secondo Premio Assoluto al Trofeo “Luigi Valenti” (Cremona 2005); ha partecipato alla rassegna “L’Arte incontra Fiat Punto”, organizzata dal Portale degli Artisti in collaborazione con la Fiat. (Alassio -Savona – Ottobre 2005).

Altrettanto numerose sono, inoltre, le mostre personali al suo attivo.
Sue opere sono presenti in tante collezioni private. Significative sono anche le presenze in varie gallerie d’arte ed altri luoghi espositivi a Brescia, Cremona, Milano, Novara, Lucca, Torino, Bari, Lecce, ecc.
Ha partecipato a numerose trasmissioni e dibattiti televisivi e radiofonici in varie parti d’Italia, e la sua opera è stata oggetto di interesse per lo svolgimento di tesi universitarie.

di Alberto Panzeri

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136