QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Sgominata banda che rubava rame nel Nord Italia: 9 arresti, undici ricercati

venerdì, 13 settembre 2013

Trento – Importante operazione andata a segno dai Carabinieri del Comando provinciale di Trento contro un’associazione a delinquere composta cittadini romeni finalizzata a furti d’ingenti quantitativi di rame in numerose province del Nord Italia. Arrestati nove soggetti, undici sono ricercati. L’operazione è stata denominata “Red gold”, coinvolgendo le province di Milano, Torino, Bergamo e Brescia.CARABINIERI LARGE

L’attività d’indagine, condotta tra agosto 2012 e giugno 2013 dal Nucleo investigativo del Comando provinciale Carabinieri di Trento, ha consentito di portare alla luce i reati, con diversi furti presso piccole e medie aziende piemontesi, lombarde e venete dedite alla lavorazione del metallo. Tra gli arrestati figurano anche due italiani, impiegati proprio nel commercio nel settore dei metalli, che erano soliti ricettare il materiale provento di furto. Il rame rubato aveva un valore orientativo di 100.000 euro mensili. L’indagine, coordinata dalla Procura di Trento, ha avuto inizio in Trentino all’indomani di un furto di consistente entità, consumato nei primi giorni di agosto a Coste di Predazzo. Nella centrale idroelettrica erano stati asportati circa 1.500 metri di cavo in rame.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136