QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Incremento di figure professionali anche in Valle Camonica. Pacchetto per la Sanità di Montagna

mercoledì, 29 marzo 2017

Edolo – “L’impegno di Regione Lombardia per la sanita’ di Montagna e’ sempre stato alto e lunedi’ mattina porteremo in Giunta un pacchetto con una serie di misure che lo dimostreranno concretamente e che oggi abbiamo anticipato ai rappresentanti della conferenza dei sindaci della Montagna, coordinati dal sindaco di Sondrio Molteni”. Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera al termine dell’incontro, ieri pomeriggio, a Palazzo Lombardia, con i rappresentanti della conferenza dei Sindaci della Montagna, al quale era presente anche il sottosegretario regionale alla Montagna Ugo Parolo.

INCENTIVO 200.000 EURO PER PERSONALE NEO ASSUNTO – “Per far fronte a una delle problematiche piu’ sentite nell’area della Montagna – ha spiegato l’assessore- che riguarda il reclutamento di personale medico, abbiamo deciso di stanziare 200.000 euro all’anno per incentivare le neo assunzioni. Sostanzialmente andremo ad offrire un incentivo di 15.000 euro, per tre anni, a tutto il personale che sara’ assunto e destinato Ats Montagna e ASST Valtellina e ASST Vallecamonica. Si prevede un incremento totale di 54 figure professionali che saranno cosi’ suddivise: 5 all’Ats della Montagna (Area dirigenziale Medica e Veterinaria); 32 all’ Asst della Valtellina Alto Lario e 13 per l’ Asst della Vallecamonica”.

NEUROCHIRURGIA OSPEDALE DI SONDALO- “Per quanto riguarda l’ospedale di Sondalo – ha continuato – rimarranno la struttura complessa e la struttura semplice esistenti di Neurochirurgia con le funzioni attualmente in essere. Per rafforzarne la vocazione riabilitativa, inoltre, confermiamo il trasferimento di Struttura complessa di Riabilitazione da Sondrio a Sondalo, con l’obiettivo di creare a Sondalo un Polo riabilitativo. Inoltre e’ in corso di definizione un protocollo d’intesa con l’ospedale Niguarda di Milano per il trattamento riabilitativo a Sondalo di pazienti affetti da malattie reumatologiche.

Nell’intento di garantire un presidio sull’emergenza e urgenza anche Media Bassa Valtellina e nella Valchiavenna verra’ istituita a Sondrio una struttura semplice di neurochirurgia dedicata all’emergenza, senza che cio’ comporti un impoverimento delle attivita’ Sondalo”.

POT MORBEGNO – “Sul fronte Morbegno – ha aggiunto – attraverso la realizzazione del Pot verranno aumentati i posti letto e saranno incrementate le attivita’ ambulatoriali e le attivita’ strettamente collegate alle politiche della presa in carico dei pazienti cronici, in attuazione della riforma sanitaria”.

PUNTO NASCITA CHIAVENNA- “Per quanto riguarda il punto nascita di Chiavenna infine – ha precisato – Regione Lombardia conferma la posizione assunta nei mesi scorsi circa la tutela dei punti nascita per la quale ha presentato al Ministero un progetto tuttora in fase di valutazione”.

DOCUMENTO- “I rappresentanti della Conferenza dei sindaci – ha concluso Gallera – mi hanno consegnato un documento elaborato dagli organismi istituzionali dei sindacati in raccordo con le Organizzazioni sindacali con le istanze del territorio che con piacere ho potuto constatare trovavano gia’ risposta nel pacchetto di misure messo in campo”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136