QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

San Valentino a Breno: premiazione del concorso letterario, presentazione del libro di poesie di Ducoli e consegna di 32 borse di studio

sabato, 11 febbraio 2017

Breno – Serata di San Valentino a Breno per la premiazione del concorso letterario e la consegna delle borse di studio, alla presenza della madrina Cinzia Tani, scrittrice e conduttrice tv.

In quest’occasione ci sarà anche la presentazione di un libro di poesie in dialetto locale “Ardé Matèi”, prima fatica letteraria del brenese Guglielmo Ducoli, mentre nelle sale espositive del Palazzo della Cultura sarà visitabile una mostra delle opere d’arte realizzate dagli studenti dei licei artistici di Breno e Lovere sul tema “L’amore non è possesso”.

breno san Valentino 0L’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Sandro Farisoglio, ha organizzato per oggi – alle 20.30  presso il Palazzo della Cultura – la serata celebrativa della cultura, dell’arte e dell’impegno dei giovani. E’ la settima edizione del premio letterario, con una nuova madrina, la scrittrice e conduttrice televisiva Cinzia Tani, e una nuova giuria, che ha vagliato 408 racconti, ammettendone a partecipare 395, provenienti da quasi tutte le Regioni d’Italia. Il tema fissato era “L’amore non è possesso” e la giuria, presieduta da Ugo Calzoni, ha lavorato per scegliere i migliori cinque lavori, inviati a Cinzia Tani, che ha individuato il migliore.

L’autore sarà presente stasera alla premiazione e riceverà mille euro, un quadro realizzato dal pittore brenese Carlo Alberto Gobbetti. Tutti i migliori racconti dalle edizioni del 2014 fino al 2016 sono racchiusi nella seconda raccolta “L’amore è”, volume che sarà presentato sempre stasera e consegnato ai partecipanti.

La seconda parte della serata sarà, come da tradizione, dedicata alla attribuzione delle borse di studio: vi sarà la premiazione di 31 studenti con premi di merito assegnati dal Comune ai migliori studenti brenesi e una ad uno studente di medicina alla memoria del dottor Lucio Marchi.

La ciliegina sulla torta sarà anche la presentazione di un libro di poesie in dialetto locale “Ardé Matèi”, prima fatica letteraria del brenese Guglielmo Ducoli, mentre nelle salette espositive del Palazzo della Cultura sarà visitabile una mostra delle opere d’arte realizzate dagli studenti dei licei artistici di Breno e Lovere.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136