QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ritorno dei sedicesimi della 2015 CEV Cup: la Trentino Volley ospita il Vojvodina NS Seme Novi Sad

martedì, 18 novembre 2014

Trento – Si giocano fra oggi, domani e giovedì sera le gare di ritorno dei sedicesimi di finale di 2015 CEV Cup, la seconda competizione continentale per club in ordine di importanza. L’ENERGY T.I. Diatec Trentino si appresta a disputare la prima partita casalinga europea della sua stagione: domani sera, mercoledì 19 novembre, al PalaTrento arrivano infatti i serbi del Vojvodina NS Seme Novi Sad, già superati a domicilio due settimane fa. Fischio d’inizio alle ore 20.30, con diretta su Radio Dolomiti.trento trentino volley Prima foto di squadra stagionale

QUI ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO Per proseguire la propria corsa europea, continuando così ad ambire ad un altro risultato internazionale di prestigio, la formazione gialloblù deve necessariamente vincere due set. Grazie al promettente successo per 3-1 dell’andata, tanto basterebbe alla squadra di casa per staccare la qualificazione al turno successivo. Con alle spalle due vittorie consecutive in SuperLega per 3-0 ed il terzo posto in classifica, Radostin Stoytchev può guardare con fiducia all’appuntamento, senza però dimenticare le insidie che una partita da dentro o fuori come questa può sempre presentare.

“Vogliamo continuare la nostra avventura in Coppa CEV ma evitiamo di pensare di aver già fatto la parte più difficile del nostro compito nel match d’andata – spiega – . Il successo in quattro set di Novi Sad ci offre sicuramente dei vantaggi, senza però dimenticare che il terzo parziale lo abbiamo vinto con una rimonta miracolosa. Ci prepariamo a vivere quindi un match che offre diversi pericoli, come qualsiasi ad eliminazione diretta, ed in cui i nostri avversari potranno giocare senza particolari pressioni, situazione ideale per una squadra giovane e talentuosa come quella del Vojvodina. Ci servirà massima concentrazione ed attenzione”.

L’allenatore della Trentino Volley potrà contare su tutti gli effettivi a propria disposizione e solo all’ultimo, ovvero dopo l’allenamento pomeridiano odierno, deciderà quale dei tredici giocatori dovrà necessariamente restare fuori (la CEV ne ammette solo dodici a referto) tenendo anche conto che alle porte c’è la sfida a Latina e qualche titolare potrebbe avere la necessità di tirare un po’ il fiato. Il sodalizio gialloblù è alla ricerca della 200^ vittoria casalinga della propria storia: sin qui ne ha raccolte 199 in 260 partite disputate.

CENTESIMA PARTITA IN CAMPO INTERNAZIONALE PER LA TRENTINO VOLLEY La sfida casalinga con Novi Sad rappresenta un importante passaggio anche dal punto di vista statistico per la Trentino Volley. Domani sera la Società di via Trener disputerà infatti la 100^ gara ufficiale in campo internazionale della propria storia. Il dato tiene conto dei match (casalinghi ed esterni) disputati fra Mondiale per Club (28), Champions League (62), Top Teams Cup (3) e Coppa CEV (6), che curiosamente è la competizione in cui Trento ha iniziato il proprio cammino internazionale giusto dieci anni fa (primo match assoluto il 12 novembre 2004 al PalaTrento contro i cechi del Pribram – vittoria per 3-0) e che tutt’ora la vede protagonista. Di straordinario valore il bilancio complessivo, che ha visto il club gialloblù raccogliere la vittoria in 82 delle 99 partite internazionali già disputate; un posto speciale fra i tanti successi lo hanno sicuramente le gare che hanno assegnato un titolo, come le quattro finali iridate giocate a Doha fra il 2009 e 2012 e le tre europee fra il 2008 e 2011 (l’ultima proprio a Bolzano).

GLI AVVERSARI Il Vojvodina NS Seme Bovi Sad fa capolino per la prima volta nella propria storia al PalaTrento con l’obiettivo di ribaltare il risultato sfavorevole dell’andata e non concedere più di un set ai padroni di casa. Tanto dovrà fare per strappare la qualificazione agli ottavi, unico risultato che le consentirebbe di proseguire la corsa in campo europeo dove spesso in passato si è fatta particolarmente valere. Fra gli anni ’80 e ’90, oltre a collezionare scudetti (11) e Coppe Nazionali (7) in serie, ha infatti raccolto due volte il terzo posto in Coppa Campioni (1989 e 1996) mentre il risultato più recente di maggior prestigio è il quarto posto finale nella Top Team Cup 2006.

Nella rosa, completamente autoctona e tradizionalmente molto giovane e in cui in passato hanno trovato spazio grandi giocatori del calibro dei fratelli Grbic, Geric, Mester, Boskan, Kovac e Miijc, il giocatore di maggior spicco è lo schiacciatore Milan Katic (best scorer serbo nella gara d’andata con 18 punti), già inserito nel roster della Serbia per la World League 2014, ma da tenere sotto controllo ci saranno anche gli altri due attaccanti di palla alta, lo schiacciatore Mihajlo Stankovic e l’opposto Luburic.

Dopo aver sfidato la Trentino Volley nella gara di ritorno, il Vojvodina ha disputato due match del campionato nazionale (dove attualmente è terza in classifica): sconfitta al tie break sul campo del Partizan Belgrado e vittoria per 3-0 in casa mercoledì scorso col Đerdap – Kladovo. La rosa del Vojvodina NS Seme Novi Sad: 1. Stevan Simic (c), 2. Lazar Kolaric (l), 3. Bosko Bojicic (c), 4. Cedomir Stankovic (c), 5. Borislav Petrovic (c), 7. Milos Nadazdin (o), 8. Milan Katic (s), 9. Igor Jovanovic (p), 12. Nikola Pekovic (l), 13. David Mehic (s), 14. Nedjeliko Radovic (p), 15. Veljko Petkovic (p), 16. Drazen Luburic (o), 17. Mihajlo Stankovic (s), 18. Miodrag Milutinov (s). Allenatore Strahinja Kozic.

ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO QUALIFICATA AGLI OTTAVI SE… Per superare il turno alla compagine gialloblù serve vincere due set nella gara di domani sera; grazie al successo nel match d’andata per 3-1, i gialloblù potranno infatti perdere anche al tie break per evitare l’ipotesi golden set con il Vojvodina, che si giocherà quindi solo in caso di vittoria al massimo in quattro set dei serbi. Il regolamento è infatti identico a quello utilizzato nella fase dei Playoffs 12 di CEV Champions League. Chi supererà il turno affronterà la vincente della sfida fra Maccabi Tel Aviv e Ok Mladost Brcko (il ritorno si gioca domani sera dopo la vittoria degli israeliani per 3-2 nel match d’andata).

LA FORMULA E GLI ALTRI INCONTRI La 2015 CEV Cup prevede la disputa di sei doppi turni (andata e ritorno) di gare (Sedicesimi, Ottavi, Quarti di finale, Challenge Round, Semifinali e Finale) ad eliminazione diretta: supera il turno la squadra che nell’arco delle due gare ottiene il maggior numero di punti, assegnati come in campionato: 3 per la vittoria per 3-0 o 3-1, 2 per il successo al tie break, 1 per la sconfitta al tie break (golden set a 15 in caso di parità di punti – stesso sistema dei Playoffs 12 di CEV Champions League). In occasione del Challenge Round le squadre qualificate affrontano la seconda peggior classificata e le migliori terze dei sette gironi della Main Phase di 2015 CEV DenizBank Champions League che entrano nella competizione solo in quel preciso momento.

Le altre gare di ritorno dei sedicesimi di finale (fra parentesi il risultato dell’andata): Maccabi Tel Aviv-Ok Mladost Brcko (3-2), SCM U Cariova-Partizan Vizura Beograd (2-3), Dinamo Bucuresti-Kecskemet Rc (3-2), Vc Asse Lennik-Loimu Raisio (3-1), Blogas Volley Nafels-Draisma Dynamo Apeldoorn (2-3), Volejbal Brno-Istanbul Bbsk (1-3), Dinamo Moscow-Fatra Zilin (3-0), Mok Rovinj-Landstede Zwolle (0-3), Dukla Liberec-Spacer’s Toulose (0-3), Bigbank Tartu-Tv Ingersoll Buhl (1-3), Gfc Ajaccio-Mok Jedinstvo Brcko (3-0), Arkas Izmir-Cvc Gabrovo (3-0), Slver Tallin)-VaLePa Sastamalla (0-3), Tikerit Kokkola-Zaksa Kedzierzyn-Kozle (1-3).

I PRECEDENTI In archivio fra le due Società c’è solo il match d’andata giocato lo scorso 4 novembre a Novi Sad con vittoria gialloblù per 3-1 (22-25, 25-21, 26-24, 25-18). Tutti favorevoli alla Trentino Volley i precedenti con le formazioni serbe, che tengono conto anche di due confronti con il Partizan Belgrado (doppio 3-0 in Champions) e con la Stella Rossa (3-1 a Belgrado e 3-0 al PalaTrento il 25 ottobre 2012 nell’ultimo match giocato da una squadra di questa nazione nell’impianto di via Fersina).

GLI ARBITRI La gara sarà diretta da Cristophe Lecourt primo arbitro francese proveniente da La Couture, e dall’olandese Marcon Van Zanten, secondo arbitro di Vlaardingen. Nessuno dei due vanta precedenti rispetto alla Trentino Volley.

RADIO ED INTERNET Il match verrà trasmesso in diretta integrale da Radio Dolomiti, emittente partner della Trentino Volley, con primo collegamento ad ore 20.25 circa. Sul sito www.radiodolomiti.com è possibile consultare tutte le frequenze del network regionale e, allo stesso tempo, ascoltare in streaming la cronaca della partita, accedendo alla sezione “on air”.
Per seguire l’evolversi punto a punto della gara sarà possibile consultare il sito ufficiale della CEV all’indirizzo http://cevlive.cev.lu/DV_LiveScore.aspx?ID=26772, che fornirà il live score, o quello della Trentino Volley www.trentinovolley.it che offrirà anche la cronaca set per set pochi minuti dopo la conclusione di ogni singolo parziale.

BIGLIETTI E PREVENDITE Il match è compreso nel pacchetto di partite offerte con l’abbonamento stagionale. Per tutti coloro che ne sono sprovvisti, presso il Trentino Volley Point di via Trener 2 a Trento (telefono 0461/421377; fax 0461/422700; e-mail: info@trentinovolley.it) è attiva la prevendita biglietti sino a mercoledì 19 alle ore 12. Le casse del PalaTrento apriranno i battenti mercoledì alle ore 18.30, mentre un’ora dopo (19.30) verranno aperti gli ingressi del palazzetto.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136