QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Richieste d’asilo: l’82% delle richieste è stato rigettato. In Valle Camonica presenti 159 migranti

giovedì, 24 marzo 2016

Breno – “La “Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di accoglienza, identificazione e trattenimento dei migranti” ha diffuso i dati sull’accoglienza e il trattenimento degli stranieri sbarcati negli ultimi mesi nel nostro paese”. Lo rende noto l’onorevole deputato Davide Caparini (Lega Nord), segretario di presidenza della Camera dei Deputati.caparini 1

Secondo la commissione – spiega Caparini – in Lombardia sono ospitati circa 14 mila stranieri di cui oltre il 10% nella sola provincia di Brescia; i 1.470 “ospiti” sono suddivisi tra le strutture SPRAR di Brescia, Breno e Cellatica e le strutture temporanee sparse in tutto il territorio provinciale. La maggior concentrazione si registra in città (525 gli stranieri di cui 470 ospitati presso strutture temporanee), seguono Montichiari, Azzano Mella, Breno, Darfo Boario Terme, Cellatica, Lonato del Garda. Nella sola Valle Camonica sono presenti 159 stranieri (l’11% del totale provinciale) su cui spiccano i 59 di Breno, i 58 di Darfo Boario Terme e i 28 ospitati nel piccolo comune di Vione (nella foto a fianco lo stabile ospitante al centro della polemica l’anno scorso). Significativo però è anche il dato delle richieste di asilo esaminate ed accolte“.carabinieri stadolina

Sempre secondo i dati forniti dalla Camera dei Deputati infatti – continua Caparini- , nel 2016 la commissione nazionale per il diritto di asilo è riuscita ad esaminare solo il 2,5% delle istanze pervenute a fronte di un arretrato di decine di migliaia di richieste inevase, alcune risalenti addirittura al 2012. Da rilevare inoltre come a solo il 18% dei richiedenti sia stato riconosciuto  lo status di rifugiato o la protezione sussidiaria/umanitaria, mentre ben l’82% delle istanze esaminate è stato rigettato“.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136