QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Ricetta elettronica attiva anche nel territorio camuno: le indicazioni dell’Asst Valcamonica

mercoledì, 4 maggio 2016

Edolo – La novità degli ultimi giorni anche nel territorio camuno è la ricetta elettronica in sostituzione della ricetta rossa, oltre che per la prescrizione di farmaci anche per le prescrizioni di esami di laboratorio. Sparisce gradualmente la ricetta rossa e viene sostituita con un foglio bianco, che costituisce il promemoria della prescrizione.Ospedale di Edolo

Per poter essere accettata e gestita sul foglio bianco devono essere riportati con precisione, dal proprio medico di famiglia i dati anagrafici, la fascia di reddito, eventuali esenzioni dal ticket e le prestazioni richieste.

Gli operatori degli sportelli di prenotazione recuperano la prescrizione del medico di base e la possono/devono gestire così come essa è. Se non è corretta o è incompleta il paziente deve tornare dal medico di base per l’emissione di una ricetta corretta.

Al momento solamente i medici di medicina generale sono coinvolti nel progetto. Successivamente saranno attivati anche gli specialisti ambulatoriali e ospedalieri nonché i pediatri di libera scelta e i medici di continuità assistenziale (ex Guardia medica).

Per questa prima fase l’Asst Valcamonica ha raccomandato la massima collaborazione, comprensione e pazienza del cittadino. Da controllare sempre che il promemoria consegnato dal medico contenga tutti i dati anagrafici corretti, la fascia di reddito le eventuali esenzioni e tutte le prestazioni. Non possono essere accettate ricette con correzioni manuali del promemoria, in quanto farà fede il solo dato elettronico.

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico dell’Asst. Se nella ricetta non è indicata l’esenzione del ticket, il cittadino dovrà rivolgersi al medico prescrittore.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136