QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Riaperti i cancelli dei tre stabilimenti del gruppo Riva Acciaio in Valle Camonica

lunedì, 30 settembre 2013

Cerveno – Sono tornati al lavoro i 440 dipendenti della Riva Acciaio. Dopo le proteste delle scorse settimane sono tornati a varcare i cancelli dei tre stabilimenti di Cerveno, Sellero e Malegno. sciopero

Il futuro è comunque ancora incerto: venerdì scorso è stato trovato a Roma l’accordo tra il Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, il custode giudiziario designato, gli istituti di credito coinvolti e la proprietà, accordo che prevede la riapertura degli impianti. A sbloccare la situazione la garanzia da parte del Gip di Taranto, impegnato nella difficile soluzione del caso-Ilva, alle banche che i futuri introiti delle aziende del gruppo non saranno utilizzati per coprire eventuali multe o richieste di risarcimento a Taranto.I lavoratori sono soddisfatti del rientro e attendono notizie sul futuro del gruppo Riva, l’incubo della chiusura delle aziende è stato evitato, grazie anche alle manifestazioni che si sono svolte in Valle Camonica e che ha ottenuto il sostegno di tutte le istituzioni e del vescovo di Brescia, monsignor Munari.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136