QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Resti di trincea, proiettili e mitragliatrice nei sacchi neri a Vezza d’Oglio. Indagini dei carabinieri

giovedì, 15 gennaio 2015

Vezza d’Oglio – Resti di trincea, proiettili da mortaio e mitragliatrice che risalgono alla Seconda Guerra Mondiale sono stati rinvenuti in un sacco della spazzatura in località Davena. L’episodio non è passato inosservato agli operatori, che notando un peso abnorme per sacchi neri, li hanno aperti scoprendo che all’interno c’erano bombe a mano e proiettili. Sono stati contattati gli artificieri per le verifiche e la zona dove c’erano i sacchi neri circoscritta e tenuta sotto controllo da parte di carabinieri e volontari della Protezione Civile. Sono in corso indagini per risalire a chi ha abbandonato quel materiale, che poteva benissimo essere consegnato alle forze dell’ordine o contattando esperti di musei.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136